Si inaugura il Palazzo del fumetto (Paff!) con una mostra di Gradimir Smudja

8 dicembre 2018

Gradimir Smudja

PORDENONE. Il Paff! – Palazzo Arti Fumetto Friuli, approda all’inaugurazione ufficiale: domenica 9 dicembre alle 10 apre le sue porte con una mostra sorprendente: “Gradimir Smudja: da Leonardo a Picasso. Viaggio a fumetti nella Storia dell’Arte”.

LA MOSTRA
Gradimir Smudja, nativo di Novi Sad ma italiano d’adozione, da diversi anni è considerato da molti uno dei più abili e talentuosi autori viventi (anche illustratore e pittore); è ancora poco conosciuto al grande pubblico ed ha un segno eclettico, ironico e sorprendente. Da “Vincent et Van Gogh” ai due sontuosi volumi de “Au Fil De l’Art” fino a “Cabaret des muses”, la mostra pordenonese ospita un excursus di oltre cento opere dell’artista serbo che ripercorre – attraverso il virtuosismo, l’ironia, la vivacità e l’incondizionata passione per il racconto – un meta-viaggio dell’arte all’interno della propria storia e degli artisti più importanti.

Il tratto tecnicamente elevatissimo di Gradimir Smudja, l’attenzione infinitesimale ai dettagli, l’amore per le citazioni e i tantissimi livelli di lettura delle sue tavole sono sempre accompagnati dalla leggerezza, da ironia e disincanto e insieme da una visione affettuosa e profonda dell’arte e delle sue declinazioni. Grazie ai suoi personaggi, Smudja attraversa i secoli più importanti della storia dell’arte europea insegnandone i tratti distintivi e i significati, e sfatandone i miti.

I due libri “Au Fil De l’Art” – le cui tavole originali sono grandemente rappresentate al Paff! di Pordenone – sono un incantevole viaggio (poetico e didascalico insieme) sulle orme dei più grandi geni che hanno segnato l’arte degli ultimi due secoli. Una fanciulla impertinente e un gatto faccendiere corrono attraverso le due storie, che restituiscono gli artisti più grandi (da Leonardo a Michelangelo, da Velasquez a Bruegel fino a Rembrandt, Van Gogh, Toulouse-Lautrec…) interpretandoli con una vena tra il bizzarro e il surreale, tra il dissacrante e il profondamente poetico.

In mostra sono anche diverse tavole tratte da “Vincent et Van Gogh” – dove il genio olandese impara la propria arte dal suo sfacciato e abilissimo gatto pel di carota di nome Vincent – e da “Cabaret des muses” dove la vita di Toulouse-Lautrec è liberamente rivista, tra gli incontri del grande pittore con le personalità artistiche del suo secolo (Van Gogh, Degas, Gauguin) e le glorie e gli stravizi del Moulin Rouge dell’epoca.

IL PAFF!
Un viaggio, dunque, che ben rappresenta la natura trasversale del Palazzo delle Arti e del Fumetto in Friuli: il Paff! trova la sua sede in una villa ottocentesca (via Dante 33), recentemente restaurata ed ampliata con una nuova, modernissima area, nel centro di Pordenone, in mezzo a un grande parco a due passi dal centro storico. I lavori da poco terminati hanno plasmato con grande respiro e libertà quegli spazi, che si apprestano ora a contenere con fluidità le tantissime attività in programma. La mission del Paff! non si limita alla “sola” attività museale: esso è una struttura complessa, organizzata, che intende proporre il concetto di fumetto come forma d’arte, ma anche come forma di comunicazione e come approccio mentale, per farlo divenire motore multidisciplinare per una nuova fruizione della cultura nel suo senso più ampio.

Il Paff! nasce con la prospettiva di riqualificare il contesto urbano su cui sorge, rilanciando un contenitore culturale da tempo poco attivo; con l’idea di avvicinare all’arte e alla cultura tutte le fasce di pubblico in modo trasversale e universale; di divenire un perno per il nuovo turismo esperienziale di tutta l’area geografica; di fare formazione e funzionare come incubatore di idee e di nuove start-up; di ospitare attivamente eventi e incontri per partner privati. Per questo il Paff! ha ‘in fieri’ nella propria struttura, ad affiancare le già ampie aree espositive, una ludoteca, un ampio Store, un Info Point turistico, un Coffee Point, un auditorium attrezzato, un’Area Free Time per vivere liberamente lo spazio come luogo in cui rimanere e condividere esperienze, non soltanto da visitare.

La mostra ha i seguenti orari: da martedì a venerdì, dalle 15.30 alle 18.30 /Sabato e domenica dalle 10 alle 20. Biglietti: intero 8 euro – ridotto 5 euro (ragazzi dai 6 ai 17 anni, studenti, comitive, over 65, convenzionati) – agevolato, 2 euro (bambini da 3 a 6 anni, gruppi di studenti) – tariffa famiglie 20 euro – gratis, bambini fino a 3 anni, guide, giornalisti. info@paff.it / tel. 0434 392941.

L’attività del Paff! si svolge con il patrocinio e il sostegno di Regione Fvg e Comune di Pordenone. La Mostra “Smudja. Da Leonardo a Picasso, viaggio a fumetti nella Storia dell’Arte” gode della partnership del Fai (Fondo Ambiente Italiano) e di Cooperativa Melarancia e Associazione Màcheri.

Le immagini volutamente non hanno didascalia: al lettore il compito di dare un nome agli artisti. Non è difficile…

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!