Serate a Villa Codelli: concerto dedicato a Telemann

24 Agosto 2017

Benjamin Bernstein

MOSSA. E’ dedicato al 250° dalla scomparsa di Georg Philipp Telemann (Magdeburgo, 14 marzo 1681 – Amburgo, 25 giugno 1767) il quarto appuntamento con la 27.a edizione delle Serate Musicali a Villa Codelli, previsto per sabato 26 agosto. Nell’occasione, torna nella storica dimora di Mossa l’Orchestra da camera del Friuli Venezia Giulia, diretta da Romolo Gessi, con i solisti Giorgio Di Giorgi (flauto) e Benjamin Bernstein (viola). Del grande compositore e organista tedesco verranno eseguiti il Concerto in sol maggiore per viola e orchestra TWV 51:G9 e la Suite in la minore per flauto e archi TWV 55:A. In programma anche il Concerto grosso in sol maggiore op. 6 n.1 di Georg Friedrich Händel (1685-1759) e la notissima Aria dalla Suite n. 3 BWV 1068 di Johann Sebastian Bach (1685-1750).

Romolo Gessi, dopo aver studiato direzione d’orchestra con i maestri Kukuskin, Musin, Renzetti e Kalmar, si è perfezionato a San Pietroburgo, Milano, Pescara e Vienna. È principale direttore ospite dell’Orchestra Regionale Filarmonia Veneta, dell’Orchestra Pro Musica Salzburg e direttore musicale dell’Orchestra da camera del Friuli Venezia Giulia. Vincitore in 14 concorsi nazionali e internazionali, tra cui il Concorso Austro-Ungarico di Vienna e Pécs, ha diretto opere liriche e concerti sinfonici in Europa e in America, con orchestre e solisti di grande livello internazionale. Per Italia Uno ha diretto l’Orchestra Cantelli negli spettacoli Ice Christmas Gala 2009, Capodanno on Ice nel 2012 e nel 2013, trasmessi in oltre 20 nazioni. Docente al Conservatorio di Trieste e titolare del Corso di direzione d’orchestra all’European Conducting Academy, al laboratorio lirico OperAverona e ai Berliner Meisterkurse, è professore ospite all’Accademia di Vienna, all’Accademia Musicale di Norvegia, al Conservatoire Royal de Mons e all’International Young Artists Project.

Benjamin Bernstein, parigino, ha conseguito il diploma con medaglia d’oro in viola al Conservatorio di Tarbes, sotto la guida di Stefan Kamasa per poi perfezionarsi con illustri maestri quali Vladimir Mendelssohn, Jurij Bashmet, Michael Kugel, Kurt Lewin e Bruno Giuranna, conseguendo anche il diploma di merito alla Scuola Internazionale di Musica da Camera del Trio di Trieste. Membro di numerose prestigiose compagini internazionali, fra cui il Quartetto Čajkovskij, ha ricoperto nel 1995 il ruolo di prima viola nell’Orchestra Toscanini di Parma e, dal 1998, al Teatro Verdi di Trieste. Vincitore di otto concorsi di esecuzione musicale, si è esibito in qualità di solista sia con la viola che con la viola d’amore con prestigiose orchestre in quasi tutti i paesi europei, oltre che in Israele, Stati Uniti e Giappone. Nella sua discografia spicca l’incisione dell’opera integrale di Ernest Bloch, realizzata con il pianista Franco Calabretto.

Giorgio Di Giorgi

Giorgio Di Giorgi si è diplomato con lode al Conservatorio di Trapani, perfezionandosi alla Scuola Musicale di Fiesole con Mario Ancillotti e al Conservatorio di Ginevra con Maxence Larrieu, ottenendo il Prix de Virtuosité. Ha seguito i corsi tenuti da Michele Marasco, Emmanuel Pahud e Aurèle Nicolet all’Accademia Chigiana di Siena. È stato primo flauto dell’Orchestra Giovanile Italiana e ha ricoperto lo stesso ruolo nelle orchestre dei teatri Carlo Felice di Genova, La Fenice di Venezia e Comunale di Bologna, nonché del Maggio Musicale Fiorentino. È primo flauto del Teatro Verdi di Trieste e ha iniziato recentemente a collaborare con l’Orchestra del Teatro alla Scala. Al suo attivo ha molte registrazioni per la Rai, RTV Slovenia, RTV Serbia. Incide per Bongiovanni. È docente in prestigiosi corsi internazionali di perfezionamento.

L’Orchestra da camera del Friuli Venezia Giulia è sostenuta dalla Regione e collabora con varie istituzioni culturali, quali il Teatro Stabile di Prosa del FVG con cui ha realizzato i Concerti di fine d’anno e numerose importanti produzioni teatrali. Ha collaborato con prestigiosi solisti e direttori ospiti, allestendo manifestazioni musicali di rilievo per le celebrazioni di molti musicisti, da Monteverdi a Ellington.

Il concerto – a ingresso gratuito con offerta libera – avrà inizio alle 21. La manifestazione si chiuderà domenica 27 agosto con Amori e divertimenti d’operetta, un allestimento curato dall’Associazione Internazionale dell’Operetta – FVG. Di scena Andrea Binetti e Ilaria Zanetti, accompagnati al pianoforte da Corrado Gulin.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!