Sebastian Di Bin al piano, letture di Francesco Cevaro

26 Febbraio 2019

UDINE. Dopo la serata di gennaio dedicata a sei donne eccellenti del Friuli, prosegue il progetto culturale de Il Caffè del Venerdì che propone giovedì 28 febbraio al teatro Palamostre il secondo evento concertistico della stagione, con un artista di talento, Sebastian Di Bin, che proporrà un programma concertistico di elevato livello, unendo ad alcuni brani classici del Romanticismo, parafrasi e arrangiamenti di canzoni famose della musica Jazz, Blues e Rock. Il titolo della serata è difatti “Chopin, Liszt e parafrasi pianistiche originali”.

Di Bin è considerato a livello internazionale uno dei maggiori pianisti della sua generazione. Debutta ufficialmente all’età di 11 anni con l’orchestra Slovenicum di Lubjana. Si diploma con il massimo dei voti al Conservatorio di Pesaro, in seguito frequenta l’Accademia Internazionale Pianistica di Imola, dove consegue il Diploma di Alto Perfezionamento e l’Accademia Internazionale di Recanati. La sua attività concertistica lo vede esibirsi in prestigiosi teatri italiani come La Fenice di Venezia, il Teatro Comunale di Bologna, Auditorium Verdi di Milano e – all’estero – in Olanda, Francia, Germania, Austria, Spagna, Stati Uniti e Sudafrica. Recentemente hai inciso l’intero ciclo dei “12 studi trascendentali” di Liszt per la casa discografica statunitense Centaur Records. E’ Ambasciatore dell’Unicef per meriti artistici e ha rappresentato l’Italia assieme a Luciano Pavarotti al Gala Mondiale dell’Unicef “Danny Kay” ad Amsterdam.

Nella sua esibizione Sebastian Di Bin proporrà, nella prima parte del concerto, alcuni studi di Chopin, fra cui Il notturno – opera 3, e due parafrasi pianistiche ispirate alle musiche dei Platters e dei Queen, fra cui la celeberrima “Bohemian Rhapsody”. La seconda parte è dedicata principalmente a Franz Liszt, pianista e compositore ungherese che, con l’estremo virtuosismo della sua opera, voleva raggiungere la trascendenza vista come vortice emotivo paralizzante tra angoscia, malinconia ed energia vitale. Di Bin presenterà oltre ai due studi trascendentali del compositore, altri due arrangiamenti sulle musiche del gruppo svedese degli Abba e del pianista jazz Oscar Peterson.

Il concerto verrà impreziosito da alcuni brani poetici scritti da Adam Mickievicz e Aleksander Puskin e letti e interpretati da Francesco Cevaro, attore e drammaturgo friulano che da diversi anni calca le scene dei nostri teatri. Cevaro leggerà inoltre i testi tradotti delle canzoni arrangiate da Sebastian Di Bin. La serata ha il patrocinio dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Udine. Al termine della serata vi sarà un rinfresco con i prodotti gastronomici e i vini de La Fattoria di Pavia di Udine, sponsor della manifestazione.

Il biglietto d’ingresso al concerto è di euro 10.

Condividi questo articolo!