Progetto per rendere più agevole la visita ai musei

14 Settembre 2018

TRIESTE. È stato il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte, con la sua presenza, ad avvalorare la firma che è stata posta questa mattina nella sala del trono del castello di Miramare sul manifesto d’intenti che si propone di attivare gli interventi necessari alla migliore fruizione possibile dei luoghi di cultura, nella fattispecie dei musei nazionali autonomi dotati di parco. A firmare il documento, la direttrice del Museo e parco del castello di Miramare Andreina Contessa, il Sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio dei Ministri con deleghe a famiglia e disabilità Vincenzo Zoccano e il Presidente della Regione Friuli Venezia Giulia Massimo Fedriga.

Il protocollo d’intesa che seguirà il documento sottoscritto stamane contemplerà lo studio e le migliori forme per il trasferimento delle best practice che saranno individuate verso gli altri musei autonomi con parco. Il modello sarà presentato alla terza riunione del “Tavolo verde” che include sei di queste istituzioni museali in Italia convocato dalla direttrice Contessa a Miramare a metà ottobre. Si tratta di incontri mirati a definire e proporre una strategia d’azione univoca dei vertici museali su diverse tematiche verdi e che, a Trieste, avrà per tema proprio l’accessibilità.

La direttrice Contessa, nel corso del suo intervento ha sottolineato “la sensibilità del museo autonomo triestino verso questi temi e la responsabilità di conservare e promuovere il parco e il castello rendendoli “friendly” e accessibili a tutti. È stato già presentato negli scorsi mesi al Ministero competente – ha evidenziato Contessa – un progetto che presenta gli interventi volti all’abbattimento delle barriere architettoniche”. Fra gli interventi previsti nel progetto – che è stato consegnato anche al Presidente Conte –, l’ascensore interno al castello che ha anche ottenuto parere favorevole dalla Consulta dei disabili, la ripavimentazione e l’illuminazione del viale dei lecci utilizzando tecnologie e materiali che favoriscano la leggibilità dei percorsi ai portatori di handicap.

Benché non previsto dal programma, il Presidente del Consiglio ha voluto fare una visita alle sale del castello, il più importante polo di attrazione turistica e culturale regionale con i suoi 300 mila visitatori per il museo e 900 mila per il parco. Il presidente, assieme al Governatore Fedriga e al loro staff, sono stati accompagnati nella visita dalla direttrice Contessa, che ha illustrato gli arredi più prestigiosi contenuti nelle sale. Il presidente, amante dei mobili antichi e per questo molto interessato alla varietà del mobilio e alla squisitezza della fattura, è stato particolarmente colpito dal fascino e dalla bellezza unica del castello sul mare, non mancando di notare la raffinatezza delle collezioni e la metodica curiosità di studioso di Massimiliano che ha raccolto preziosi libri e opere d’arte.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!