Il principe nel ghiaccio, un thriller d’esordio

20 Giugno 2016

TRIESTE. Mercoledì 22 giugno alle 10.30 nella Sala Tommaseo di Confcommercio Trieste, in via Mazzini 22, sarà presentato il romanzo “Il principe nel ghiaccio”, opera d’esordio degli autori Riccardo Cesca ed Emanule Bossi, edito da Meridiano Zero. A presentare il thriller, con tinte noir-poliziesche, sarà il giornalista Francesco Cardella che illustrerà al pubblico le caratteristiche stilistiche del libro attraverso un fitto dialogo con gli autori che saranno a disposizione dei presenti per raccontare la genesi del volume e il progetto editoriale ad esso connesso.

Copertina 1“Il principe nel ghiaccio” è il primo romanzo di una trilogia costruita attorno alla protagonista femminile: un’assassina con disturbi di origine psicopatica e sociopatica, che vengono accuratamente descritti e analizzati nel libro. La particolarità dell’opera consiste proprio nel fatto che è la serial killer a gestire la trama, offrendo il proprio punto di vista, contrariamente a quanto accade di norma nei polizieschi. Una scelta letteraria che se da un lato ridimensiona l’aspetto investigativo esalta con originalità l’aspetto umano, legato alle dinamiche mentali e sociali dell’omicida, che adatta e modifica lo stile delle sue efferate pulsioni in funzione del progredire delle indagini. Una trama complessa e articolata ricca di colpi di scena, che si presta alla trasposizione cinematografica o televisiva per la quale i due autori hanno già avuto proposte concrete.

Riccardo Cesca è l’ideatore della trama del romanzo. Ha svolto studi teatrali e criminologici, avendo conseguito un diploma accademico in Scienze Investigative, e unisce nelle proprie creazioni la formazione relativa a entrambi questi mondi. La trama de “Il principe nel ghiaccio” ricalca quindi fedelmente la realtà, per poi descriverla con la drammaticità e profondità umana tipica dell’ambiente teatrale. Inoltre, conoscendo le dinamiche del mondo dello spettacolo, ha potuto facilmente adattare il romanzo in funzione cinematografica.

Emanuele Bossi proviene dal mondo della ricerca accademica in campo strategico internazionale. Appassionato di letteratura noir dell’ottocento britannico, ne “Il Principe nel ghiaccio” ha contribuito a rendere con efficacia letteraria situazioni, ambientazioni e profili umani concepiti dalla fantasia di Riccardo Cesca. La sua ambizione è scrivere e condurre format legati alla cultura noir, all’arte e al Made in Italy sotto il profilo culturale, enogastronomico e dello svago. Ha già realizzato monografie e pubblicazioni su riviste scientifiche di settore.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!