Presentato Musicae. Fiume di note già comincia venerdì

21 Agosto 2018

SACILE. Si chiama “Musicæ” – dalla declinazione latina della parola musica – la nuova iniziativa messa in campo da PIANO ׀ FVG, il Concorso pianistico internazionale e il Festival ideati e diretti da Davide Fregona che gode del sostegno della Regione, della Fondazione Friuli e del Comune di Sacile. Un progetto – come abbiamo già anticipato due giorni fa – che vuole dare concretezza e nuova prospettiva a un elemento unificante del territorio di riferimento, il pianoforte, che con Musicæ, pensato come vero e proprio “Distretto Regionale del Pianoforte”, acquisisce ulteriore centralità per creare e avviare un modello specifico di “distretto culturale ed economico” di cui questo straordinario strumento diviene anche elemento di sviluppo economico, artistico e sociale.

Il nuovo soggetto culturale è stato presentato stamane a Sacile nel corso di una conferenza stampa. Al momento il progetto riunisce, assieme a partner ed enti, pubblici e privati, gli eventi Piano FVG – con il concorso pianistico e il festival – l’appuntamento artigianale ed espositivo “Legno Vivo”, laboratorio itinerante di artigianato a musica proposto dal Comune di Sacile, e la rassegna musicale “Un fiume di Note”, a cura degli Amici della Musica “A. Romagnoli” di Sacile.

«Musicæ è l’ultima creatura di Piano Fvg – ha spiegato l’ideatore Davide Fregona – che adeguandosi alle nuove esigenze del “mercato musicale” e del pubblico, vuole dare ulteriore impulso e organicità agli eventi della nostra regione. Musicæ mira al rafforzamento degli organismi culturali e delle imprese di spettacolo e al miglioramento della fruizione dei beni culturali, mediante l’incremento di forme di collaborazione tra i medesimi soggetti, anche con il coinvolgimento degli enti locali di riferimento: si crea così un modello specifico di “Distretto culturale ed economico” – prosegue Fregona – di cui il Pianoforte è elemento di attrazione e sviluppo per tutto il territorio regionale».

Luisa Sello

Sarà la ricca e articolata rassegna musicale “Un Fiume di Note” ad aprire ufficialmente il cartellone degli eventi che compongono il nuovo Distretto: 12 prestigiosi appuntamenti musicali – 3 dei quali già realizzati a cavallo di luglio e agosto – tra Sacile, Pordenone, Polcenigo, Villa Varda di Brugnera, Aviano e Vipava, in Slovenia, programmati tra il 24 agosto e il 9 settembre prossimi, con un atteso evento a suggello della rassegna il 29 settembre allo Squero Roggio di Forte Marghera a Venezia.

La rassegna “Un Fiume di Note” aprirà ufficialmente i battenti venerdì 24 agosto all’Ex Chiesa S. Gregorio a Sacile con l’Orchestra da Camera Ferruccio Busoni che si esibirà alle 20.45 sotto la direzione di Massimo Belli con un programma su musiche di Boccherini, Tartini, della compositrice Maddalena Lombardini Sirmen e di Arcangelo Corelli. Martedì 28 agosto alle 20.45 sarà la volta, nella splendida dimora di Villa Varda di Brugnera, del flauto solista di Luisa Sello accompagnata dall’Orchestra Naonis di Pordenone e dal Donatello Ensemble. Ancora, mercoledì 29 agosto nella Chiesetta della Pietà di Sacile alle 20.45 in programma il concerto “Il Cantiere dell’arte” in collaborazione con il Comune di Sacile e la Fondazione Luigi Bon (in caso di mal tempo Palazzo Ragazzoni). Musiche di Ludwig van Beethoven e Amadeus Mozart per l’ensemble di fiati composta da Gabriele Bressan, Nicola Zampis, Maria Benedetti, Sara Papinutti, Alessandro Bressan, Leonardo Calligaris, Nicola Fattori e Andrea Mancini diretta da Claudio Mansutti.

Giovedì 30 agosto sarà la volta del Piccolo Coro Artemìa nel concerto “Voci nell’Aria” realizzato in collaborazione con l’Estate in Città del Comune di Pordenone: un programma che regalerà un variegato repertorio di autori contemporanei e pop, proposti sia a cappella che con accompagnamento strumentale. Direzione di Denis Monte. Ancora una collaborazione con la Fondazione Luigi Bon per il concerto di mercoledì 5 G.A.M.E. Saxophone Quartet, in programma al Teatro comunale di Polcenigo (ore 20.45): nella serata brani di George Gershwin, Carlo Corazza, Antòn Alcade Rodrigue, Eugène Bozza, John Mackey, Guglielmo Tonelli, Astor Piazzolla, Pedro Itturalde e Michael Nyman.

Orchestra da camera Busoni

Al Ponte della Vittoria di Sacile, protagonista giovedì 6 settembre alle 18.30 la fisarmonica di Paolo Forte mentre venerdì 7, nella splendida cornice della località di Vipava nella vicina Slovenia, in programma alle 19 l’esibizione dell’Orchestra San Marco di Pordenone in un appuntamento organizzato in collaborazione con l’Università di Nova Gorica. Domenica 9 settembre ad Aviano, a Palazzo Bassi, l’oboe e il violoncello del Duo Cossio Musto saranno protagonisti di un concerto con aperitivo in programma alle 12. “Un Fiume di Note” sarà suggellato da un evento d’eccezione che per l’intera giornata presenterà la Gita culturale con intramezzo musicale in collaborazione con la Marco Polo System in programma allo Squero Roggio di Forte Marghera a Venezia.

Nell’ambito delle attività che il nuovo Distretto Musicæ riunisce, atteso per settembre – tra mercoledì 12 e domenica 16 – l’evento espositivo-artigiano “Legno Vivo”, realizzato dal Comune di Sacile, un progetto innovativo che unisce musica dal vivo, attività formative ed espositive, iniziative di promozione turistica della città intorno al tema del Legno applicato alla Musica, attraverso un ampio ventaglio di proposte realizzate in coordinamento tra gli Assessorati alla Cultura al Turismo e al Sociale. Si alterneranno nelle giornate una serie di eventi musicali e una serie di lezioni/concerto in dialogo col pubblico per approfondire caratteristiche, modalità costruttive, repertorio e specificità degli strumenti costruiti grazie al legno armonico. Inoltre, in programma incontri/laboratori per attività di formazione rivolte a studenti e adulti sulle figure tecniche legate alla musica (liutai, costruttori, restauratori, accordatori, artigiani…) e sul loro lavoro con spazi di esposizione di strumenti musicali, componenti di liuteria supporti didattici, anche multimediali e interventi musicali dal vivo “open-air” che valorizzeranno le specificità storico-naturalistiche della città.

Condividi questo articolo!