Pordenone: Blues Festival ma anche proposte teatrali

16 Luglio 2019

PORDENONE. Tante iniziative per bambini e bambine mercoledì 17 luglio all’Estate a Pordenone del Comune di Pordenone. Due i laboratori creativi per bambini e ragazzi in contemporanea in due aree verdi della città alle 17. Nel parco di via Casarsa, con Associazione Teatro e movimento si realizzeranno simpatici portaritratto utilizzando diversi formati di pasta. Sempre alle 17 al Parcobaleno di Borgomeduna, Terra Mater condurrà “Chi ha mai visto un Pandacorno? Attività per bambini dai 4 ai 12 anni; si prefigge di coinvolgere contemporaneamente bambini e adulti attraverso letture, disegni, giochi e curiosità, per capire il mito del Pandacorno e come esso può aiutarci a stare insieme, a capire le nostre emozioni, a sviluppare la nostra creatività. L’iniziativa è itinerante nei parchi cittadini dei diversi quartieri proponendo ogni volta un’avventura diversa attraverso tutta la città. Gli appuntamenti si tengono tutti i mercoledì di luglio, il 21 e il 28 agosto dalle 17 alle 19.

Parte davanti a Palazzo Policreti, al civico numero 16 di Corso Vittorio Emanuele, la visita guidata alle antiche mura della città a cura degli Amici della Cultura condotta da Susi Moro con interventi musicali a cura di Polinote (duo di chitarre Costanza Lincetto/Andrea Peressin e violinista Francesco Bulli). L’evento porterà a scoprire cosa resta delle mura medioevali della città.

Nemici come prima

Particolarmente variegata l’offerta teatrale nell’Estate a Pordenone mercoledì 17 luglio. Si comincia già nel tardo pomeriggio nel parco della Madonna Pelllegrina, dove alle 19 torna per il quarto anno consecutivo Teatri nel Giardino del Mondo, la rassegna teatrale della Scuola Sperimentale dell’Attore di Pordenone che costituisce – come annunciato in un altro articolo – una sorta di anticamera del Festival L’Arlecchino Errante. Alle 21 in Largo Cervignano per la rassegna Teatro Largo, il Gruppo Teatro Pordenone mette in scena “Quando che el sol, se alsa a occidente, di Luciano Rocco, uno spettacolo con una struttura teatrale che si avvicina alla “pochade”, ma con un retrogusto piuttosto amaro. Usando ironia e satira, Luciano Rocco disegna una sagra di ipocrisie piccolo borghesi, dove ognuno ha qualcosa da nascondere e dove la facciata irreprensibile è il paravento di mille miserie e meschinità.

Ed è il quartiere di via Pontinia con la sua “piazza” ad ospitare la nuova tappa di Teatro in Quartiere, al via il 17 luglio alle 21.15 nel parco di via Gemelli andrà in scena “Nemici come prima”, un testo caustico e divertente di Gianni Clementi. Una rappresentazione ironica delle miserie umane di fronte all’approssimarsi di un difficile momento della vita. Il tutto si svolge tra sorprese e colpi di scena in una sala d’attesa d’ospedale. Lo spettacolo è in lingua italiana con alcune comprensibili parti in friulano, che lo rendono lo ancora più frizzante. La manifestazione, giunta alla sesta edizione propone quattro serate pensate per i quartieri, ma che suggeriscono al pubblico cittadino di fare due passi anche fuori dal centro cittadino, inserite nell’ampio programma dell’Estate a Pordenone, grazie al sostegno dell’amministrazione comunale, della Regione e dell’Associazione Teatrale Friulana. Le serate sono organizzate da Etabeta Teatro con la consolidata collaborazione dell’associazione San Gregorio e dalla parrocchia di San Giuseppe di Borgomeduna. Sono stati scelti spettacoli divertenti, ed estivi ma che offrano ugualmente occasione di riflessione, come sempre nello stile degli organizzatori.

Chef Kumale

Ultima replica, mercoledì 17 luglio alle 21 nell’Arena Verde del Castello di Torre del nuovo spettacolo dei Papu “A che punto è la rotta?” (in caso di maltempo si va in Bastia). Per informazioni e prenotazione biglietti: 371.3645055 dalle 15.30; info@ipapu.it.

FESTIVAL RACCONTARE IL DESERTO
Mercoledì 17 luglio alle 18.30 nel Convento di San Francesco per il festival Raccontare il deserto arriva a Pordenone lo Chef Kumale (al secolo Vittorio Castellani) che parlerà di “cucine di viaggio/cucine in viaggio”. Chef Kumale è molto noto per le sue apparizioni alla Prova del cuoco e per scrivere per testate come Repubblica, La Cucina italiana, Dove, Gambero rosso ed altre. Non sono escluse sorprese gastronomiche. Alle 21,30 invece, si parlerà di Alessandria d’Egitto con tre interventi: una proiezione di immagini a cura di Laura Giusti, delle letture speciali su Alessandria di Elia Santarossa e un racconto, fenomeno poco conosciuto, sulle donne friulane e dalmate che nei primissimi anni del Novecento emigravano per fare le badanti ad Alessandria d’Egitto di cui svelerà tutto Vesna Humar.

Kool and the Gang

PORDENONE BLUES FESTIVAL
Per il Pordenone Blues Festival mercoledì 17 luglio alle 21 a salire sul palco nel Parco San Valentino saranno, per la loro unica data in Italia i Kool & the Gang, iconici padrini del jazz-funk con oltre 50 anni di carriera e 70 milioni di dischi venduti nel mondo. I ritmi soul e funky della celebre band americana hanno segnato la storia e l’evoluzione della pop-dance, influenzando la musica di tre generazioni. Grazie a canzoni come “Celebration”, “Get Down on it”, “Jungle Boogie”, “Fresh Cherish”, “Summer Madness” e “Open Sesame”, ancora oggi gettonatissime nelle discoteche e nelle radio revival, si è aggiudicata due Grammy Awards, sette American Music Awards, 25 Top Ten R & B, nove Top Ten Pop e 31 dischi d’oro e di platino. Il gruppo prende il nome dal bassista Robert Bell, che, grazie alle sue impressionanti doti tecniche, veniva soprannominato dagli altri componenti della band “cool”, cioè “fico”. Pubblicato nel 1970, “Kool and the gang” è anche il loro primo singolo: una miscela esplosiva di funky, rythm & blues e jazz.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!