Ottavia Piccolo in Enigma apre un nuovo ciclo al GdU

9 Novembre 2016

UDINE. S’inaugura venerdì 11 novembre alle 20.45 al Giovanni da Udine la rassegna “IeriOggi: TEatro. NOI generazioni in dialogo”, una delle novità più significative della ventesima stagione di prosa del Teatro Nuovo dedicata ai grandi temi della nostra Storia recente. Ad aprire la serie di 6 spettacoli a data unica sarà Enigma – Niente significa mai una cosa sola, pièce ad alto tasso adrenalinico di cui è protagonista una delle attrici più amate della scena italiana e non solo, Ottavia Piccolo, per la prima volta sul palcoscenico del Giovanni da Udine in un avvincente partita a due con Silvano Piccardi, che dell’opera è anche regista.

enigma_ottavia_piccolo_silvano_piccardi_foto_l_de_frenza_Scritto da Stefano Massini, drammaturgo fra i più apprezzati a livello internazionale, autore di capolavori come Lehman Trilogy (l’ultima regia firmata da Luca Ronconi), Enigma è un appassionante capitolo del sodalizio artistico che ha visto intrecciarsi in più occasioni i ruoli di questi protagonisti della scena – il consulente artistico del Piccolo Teatro di Milano è infatti ad esempio anche autore di Donna non rieducabile, dedicato alla Anna Politkovskaja, interpretato sempre da Ottavia Piccolo con la regia di Silvano Piccardi –, ma è prima di tutto un perfetto meccanismo ad orologeria che muove da un fatto epocale della nostra storia contemporanea, la caduta del Muro di Berlino.

Vent’anni dopo l’avvenimento che sconvolse il mondo, gli assetti della politica internazionale ma anche e soprattutto le semplici vite di milioni di individui, le ferite di una città a lungo divisa sono cicatrizzate, rimarginate o ancora aperte. In questo milieu si muovono anche Ingrid e il professor Hilder, i cui destini si incrociano casualmente a seguito di un banalissimo incidente, in una notte di temporali; nella linearità perfetta di un incontro casuale, queste due esistenze anonime e del tutto “normali” si scopriranno lentamente annodate in un groviglio inestricabile che – enigmaticamente – le obbligherà a un confronto.

Prodotto da Arca Azzurra Teatro e da Ottavia Piccolo, Enigma si avvale delle scene di Pierluigi Piantanida e delle luci di Marco Messeri. Firma le musiche originali Mario Arcari.

Biglietti disponibili alla biglietteria del Teatro (via Trento 4 – Udine) dalle 9.30 alle 12.30 e dalle 16 alle 19, eccetto domenica e giorni festivi; tel. 0432 248418, biglietteria@teatroudine.it). Sono previste anche formule molto vantaggiose per l’acquisto di titoli di gruppo (3, 4 o 5 persone). Biglietteria attiva anche al temporary ticket store del teatro nella Libreria Feltrinelli di via Canciani a Udine (tutti i mercoledì con orario 10.00-13.00 e 13.30-18.00 – escluso dicembre) e online dai siti www.teatroudine.it e www.vivaticket.it

Prima dello spettacolo (ore 17.30) incontro con i protagonisti a Casa Teatro, spazio di cultura teatrale che presenta ed elabora i temi degli spettacoli proposti nella stagione di prosa. Accanto a loro Antonello Caporale, giornalista e autore del libro Acqua da tutte le parti, (Ponte alle Grazie, 2016). L’incontro è realizzato in collaborazione con l’associazione goriziana èStoria che da dodici anni organizza l’omonimo prestigioso festival . Conduce il giornalista Max Pessotto. Ingresso libero.

“IeriOggi: Teatro” continua con altri 5 appuntamenti. Dopo Enigma, la rassegna di spettacoli a data unica in programma al Giovanni da Udine continuerà con Il Sogno di una Italia 1984 – 2004. Vent’anni senza andare mai a tempo con Andrea Scanzi e Giulio Casale (25 novembre); Uno sguardo dal ponte di Arthur Miller con Sebastiano Somma (18 gennaio 2017); Bucefalo il pugilatore di e con Alessio De Caprio (26 gennaio); Le Olimpiadi del ’36 di Federico Buffa (23 febbraio); The Letter of last Resort con Laura Mazzi e Sergio Romano (9 maggio).

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!