Nuovi giocattoli in arrivo a Gorizia Magica

7 dicembre 2017

GORIZIA. Gorizia Magica accoglie il pubblico per il ponte dell’Immacolata, alla scoperta delle novità in mostra nel percorso espositivo dedicato a “Libri e giocattoli per ragazzi (1900-1945), allestito nella sede della Fondazione Carigo (via Carducci 2 – Gorizia): da venerdì 8 dicembre spazio alla fantasia e ai ricordi più dolci, con un alfabetiere in lingua tedesca, un gioco della dama prodotto negli anni della Grande Guerra, un Monopoli del 1935, e ancora una “Macchina a vapore per esperienze didattiche” degli anni ’50. Ci saranno anche una scatola per costruzioni meccaniche marca UFSA, alternativa italiana al prodotto inglese Meccano e una gru escavatrice di marca MFZ, prodotta nel territorio di occupazione americana in Germania negli anni 40-50.

In occasione della Festa dell’Immacolata la mostra sarà aperta con orario festivo, dalle 10 alle 14 e dalle 15 alle 19, con visita guidata alle 17. I nuovi materiali, libri e giochi per l’infanzia dei primi del ‘900 fino agli anni ’70, sono messi a disposizione da Fabio Zucconi di Mossa, dalla famiglia Digiusto di Ronchi dei Legionari, dalla famiglia Silvestri di Gorizia, da Ercole Carletti di Udine e da Sergio Trani di Fogliano Redipuglia. In mostra anche alcuni libri donati alla Fondazione da Giuseppe Ieusig e Adriana Bulini di Gorizia.

Gli eventi collaterali a margine di “Gorizia Magica” proseguiranno mercoledì 13 dicembre alle 18 con l’incontro dedicato alle “Fiabe e leggende goriziane”, che vedrà la partecipazione di Antonella Gallarotti, Simone Volpato, Marco Menato, Hans Kitzmuller, venerdì 15 dicembre con lo spettacolo di danza “Il piccolo principe”, sabato 16 con “Il muro” di Marino Zanetti, con canti a cura della Scuola Sant’Angela Merici di Gorizia, mercoledì 21 dicembre alle 17 con il laboratorio di pittura per bambini tenuto dall’illustratrice Barbara Jelenkovich.

“Gorizia magica” – visitabile il mercoledì dalle 16 alle 19, sabato, domenica e festivi dalle 10 alle 14 e dalle 15 alle 19 – espone in queste settimane le fiabe futuriste di Giorgio Carmelich, l’enfant prodige del futurismo di frontiera: di sei favole brevi, di cui sono protagonisti un palombaro, un aviatore e l’uomo cannone. Tra le opere in mostra anche le illustrazioni di un giovanissimo Erberto Carboni, che poi farà le campagne pubblicitarie per la Rai e per la Barilla, Angelo Canevari, Carlo Bisi con le avventure di Tompusse ed infine un libro particolare, Il sogno di Mariù con ritagli colorati di Graziella Comboni.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!