Note del Timavo parte da Colloredo, poi va a Polcenigo

20 Luglio 2018

DUINO. Comincia la trentunesima edizione di Note del Timavo, stagione concertistica nata presso il tempio di S. Giovanni in Tuba, Duino Aurisina, a cura dell’Associazione Culturale Punto Musicale e sviluppatasi negli anni in alcuni dei luoghi più suggestivi della nostra regione. Note del Timavo includerà anche in questa edizione le due anime principali della produzione artistica ideata da Punto Musicale, quella classica e il tango, dalle sue origini musicali agli sviluppi recenti, e che durante il ventennio di produzioni di Tango da Pensare ha visto un imponente incremento d’interesse da parte di interpreti ” accademici” e jazzisti di chiara fama.

Orchestra filarmonica slovena

Note del Timavo – Tango da Pensare XXXI edizione, è presentato quest’anno in tre diversi periodi che scandiscono la divisione del genere musicale: dal 21 luglio al 18 agosto l’attesa estate di Tango da Pensare, dal 3 settembre al 13 ottobre l’anima classica e tradizionale, ultimo e conclusivo evento in novembre dedicato al traguardo della ventesima edizione di Tango da Pensare. Sarà appunto la sezione Tango da Pensare, ad aprire gli eventi estivi 2018, nella sua storica cornice del castello di Colloredo di Monte Albano, ma con la novità di un evento proposto anche a Polcenigo, nella corte di Palazzo Salice Scolari, dimora gentilizia risalente al XVII secolo. Dal 3 settembre, al via i concerti classici di Note del Timavo, con cinque appuntamenti nel sito originario della Stagione, la chiesa di S. Giovanni in Tuba, presso le Foci del Timavo, due appuntamenti a Polcenigo e un ritorno al castello di Colloredo di Monte Albano che conclude la serie di eventi autunnali. Gran finale poi a novembre per Tango da Pensare, a Gorizia.

Grande attenzione è stata dedicata negli anni alla crescita di una tradizione che renda particolare questa manifestazione anche attraverso la scelta accurata di alcuni luoghi della nostra Regione, unici in molti aspetti. Risalto quindi alle due sedi “storiche” di S. Giovanni in Tuba, presso Duino Aurisina, dove l’Associazione è presente da trentun’anni anni con corsi di musica e Note del Timavo, e Colloredo di Monte Albano, dove Punto Musicale propone da quindici anni la sua attività concertistica nel Castello. Polcenigo, importante borgo storico, andrà da quest’anno ad arricchire l’offerta musicale.

L’organizzazione è a cura dell’Associazione Culturale Punto Musicale per la direzione artistica di Carla Agostinello, con il contributo della Regione, la collaborazione del Comune di Colloredo di Monte Albano, del Comune di Polcenigo, e tanti altri importanti enti; si avvale dell’Alto Patrocinio del Ministero per i beni e le attività culturali, dell’Embajada del la República Argentina a Roma, della collaborazione di Fundacion Astor Piazzolla di Buenos Aires (Presidente Laura Escalada Piazzolla), Accademia Pianistica Internazionale Incontri col Maestro di Imola, citandone solo alcuni.

Ecco nel dettaglio gli eventi Note del Timavo sezione Tango da Pensare proposti dal 21 luglio al 18 agosto nella corte del Castello di Colloredo. Sabato 21 luglio, ore 21 come per tutti i concerti, un evento che inaugura la rassegna, “La classe del Tango”, rivisitazioni ed arrangiamenti tra Tango Nuevo e dintorni, con l’Orchestra da Camera della Filarmonica Slovena; Massimiliano Pitocco, bandoneòn; Carla Agostinello, pianoforte. Sabato 28 luglio, sarà la volta di “Poeti dell’America Latina”, viaggio straordinario all’interno del Tango e della Canzone d’Autore Ispano-Americana, delle sue scuole più prestigiose, i suoi autori ed interpreti più significativi, con Anna Maria Castello, cantattrice, voce recitante; Adrian Fioramonti, chitarra; Giulio D’agnello, chitarre, strumenti a corde e voce. Sabato 4 agosto, appuntamento con la tradizione del tango milonghero con il quartetto “Lo que vendrà”: Simone Marini, bandoneòn; Daniela Fidanza, piano; Mario Pace, violino; Claudio Marzolo, contrabbasso; coreografie dei ballerini Donatello Palantone e Elisa Benvegnù.

Sabato 11 agosto ci si sposta a Palazzo Salice Scolari (Polcenigo), sempre alle 21 con una particolare serata. Per “Due parole con la storia”, Pablo Furioso introdurrà attraverso una conferenza e lettura di alcuni brani di “La Crencha Engrasada”, poesia in lunfardo di Carlos de la Pùa, al tipico gergo ricco di vocaboli italiani parlato nelle città del Rio della Plata. Seguirà il concerto del duo Massimiliano Pitocco, bandoneòn; Carla Agostinello, pianoforte e Antonella Gentile, voce, per le coreografie dei ballerini Marina Martin e Massimo Marchetto. Musiche del rioplatense Astor Piazzolla.

Ultimo appuntamento estivo a Colloredo di M.A., sabato 18 agosto, con un altro speciale evento introduttivo di “Due parole con la storia”: la conferenza “Friulani nel Tango: Josè Bragato”, a cura del violoncellista argentino Leonardo Sapere; seguirà un concerto dedicato alle musiche di Bragato, con Leonardo Sapere, violoncello; Giannantonio Mutto, pianoforte. In attesa della tradizione autunnale di Note del Timavo, in programma dal 3 settembre prossimo…

Gli spettacoli sono ad ingresso libero, fino ad esaurimento posti. Info su: www.puntomusicale.org info@puntomusicale.org

Condividi questo articolo!