Nicola Pascolo (matematico, musicista e tanto altro) sarà ospite del Caffè del Venerdì

23 Ottobre 2019

UDINE. Riparte alla grande in Sala Comelli (c/o San Marco Piazzale Chiavris – Udine) la nuova stagione teatrale 2019/20 de Il Caffè del Venerdì con un primo appuntamento dal titolo “A beautiful Mind” in programma il 25 ottobre alle 20.45. Ospite d’eccellenza sarà il matematico Nicola Pascolo, uomo dalla memoria prodigiosa, che fa l’ingegnere, continua a studiare e suona la fisarmonica sui palcoscenici internazionali. E’ recordman italiano del Pi greco, disciplina in cui bisogna trascrivere “a memoria” e nel minor tempo possibile il maggior numero di decimali dopo la virgola del pi greco (3,14…); per l’esattezza è di 6.935 il numero di cifre record da lui raggiunto nel 2011.

Nicola Pascolo

Oltre a essere un fuoriclasse dei numeri, l’ingegnere friulano plurilaureato ha infatti rappresentato l’Italia ai Campionati mondiali di fisarmonica e vinto una puntata della trasmissione “La Corrida” di Gerry Scotti nel 2005. Fra le sue particolarità, oltre a possedere l’orecchio assoluto tipico dei grandi musicisti, ci sono l’ambidestria pura dalla nascita, che gli permette di scrivere con entrambe le mani addirittura contemporaneamente parole diverse, e una memoria prodigiosa che gli consente di memorizzare migliaia di pagine di partiture musicali, alfabeto Braille e codice morse, migliaia di versi poetici, di conoscere diverse lingue (inglese, francese, spagnolo e portoghese), mentre attualmente sta studiando tedesco, russo, cinese e giapponese, compresi quindi l’alfabeto cirillico e gli ideogrammi.

Come sempre il format devolverà i fondi raccolti durante la serata all’Associazione Alzheimer di Udine, associazione costituita esclusivamente da volontari che svolge una proficua azione di sviluppo della presa di coscienza della malattia, sia nei confronti delle Istituzioni, sia nei confronti delle famiglie che male accettano l’idea di avere in casa una persona malata di demenza, per cui tendono a nascondere la malattia a tutti, compresi i medici.

La nuova stagione 2019/20 de Il Caffè del Venerdì avrà altri importanti appuntamenti con personaggi di grande valore nati nella nostra terra, specialisti in svariati campi, dal cinema alla letteratura, dallo sport all’ecologia, dall’educazione alla valorizzazione dell’ambiente dei nostri quartieri. Il programma ha già visto esordire i “garçons del bistrot” e il loro staff nel prologo della stagione messo in scena il 28 settembre al Palaindoor Bernes di Via del Maglio con lo spettacolo organizzato per i bambini partecipanti alla giornata sportiva indetta dal Consiglio di Quartiere di Chiavris-Paderno col patrocinio dell’Assessorato allo Sport e 18 associazioni sportive e culturali del territorio.

Anche quest’anno il palinsesto del Caffè proporrà grandi eventi di spettacolo che si alterneranno al format del “talk show” classico e che si svolgeranno nella preziosa cornice del Teatro Palamostre. Debutterà il 29 dicembre l’atteso musical in friulano “No tu sâs ce che tu âs” del musicista friulano Alessio de’ Franzoni, con la compagnia teatrale “Parcè no?” e i cori “Alpe Adria” di Treppo Grande e “Rose di mîl” di Montenars. Il secondo evento musicale, il musical “A beautiful City”, sarà presentato dall’Associazione Colori e Musica il 19 aprile 2020 sempre al Palamostre; lo spettacolo trae ispirazione da un musical di Broadway degli anni ‘70 e rimette in scena in chiave moderna la vita e la Passione dell’Uomo-Gesù. A concludere la trilogia di spettacoli, il 27 marzo 2020, verrà presentato in anteprima un nuovo lavoro “prodotto in casa” da due artisti dello staff del Caffè del Venerdì, l’attore Francesco Cevaro e il musicista Carlo Feruglio, uno spettacolo a sorpresa, inedito e assolutamente imperdibile.

Tutte le iniziative sugli eventi, video e foto delle serate trascorse possono essere seguite nel sito www.ilcaffedelvenerdì.it (con possibilità di iscrizione alla newsletter / mailing list), sulla pagina FB “il caffè del venerdi” (con un like alla pagina), o attraverso il canale video you tube “Il Caffè Del Venerdì”.

Condividi questo articolo!