Nativi digitali e libri: incontro per gli educatori a Porcia

18 Maggio 2016

PORCIA. Arriva il “maggio dei libri” 2016 e intorno a pordenonelegge fioriscono le iniziative di divulgazione e formazione legate al piacere della lettura. Un occhio speciale è dedicato ai ragazzi e a chi riveste l’importante e delicatissimo ruolo di insegnante: imparare a leggere è solo il primo passo per coltivare una propria passione di lettore, e il primo approccio al libro è spesso determinante. Per questo il Comune di Porcia – Assessorato alla Cultura ha promosso, a cura della Fondazione Pordenonelegge.it, una speciale giornata di incontro dedicata a insegnanti, educatori, bibliotecari, ma anche a genitori attenti e a lettori appassionati: “Dalla carta al web A/R. Raccontare il mondo. I libri a scuola”, in programma venerdì 20 maggio nella Barchessa di Villa Dolfin a Porcia, partirà dai libri e dagli autori per indagare aspetti e temi che riguardano la formazione nella scuola primaria.

Beatrice Masini

Beatrice Masini

Sarà la voce autorevole di chi lavora sul campo, fra letteratura per i ragazzi e tecnologie di comunicazione, a trasmettere esperienza, consigli, indicazioni di metodo e di approccio: Beatrice Masini, una delle più importanti autrici in Italia sul versante della letteratura per ragazzi, spiegherà come leggere ai bambini e come “insegnare” a leggere, per trasmettere una delle passioni più grandi. E dalla carta al digitale, in uno scambio che si auspica virtuoso di “andata e ritorno”, l’approfondimento del rapporto in costante evoluzione con le nuove tecnologie e i nuovi media sarà affidato a Giuseppe Riva, studioso di psicologia e nuove tecnologie della comunicazione.

Appuntamento alle 14.30 a Villa Dolfin per la registrazione dei partecipanti. Poco dopo l’intervento iniziale di Beatrice Masini graviterà intorno a “L’amore per la scrittura, l’amore per la lettura”. Sarà l’autrice, anche in veste di editor e traduttrice, a dare orientamenti preziosi per navigare nel vasto mare della letteratura per ragazzi: suggerimenti, piccoli segreti ed esperienze per scegliere e guidare al meglio i bambini nella lettura, appassionandoli ai libri. Alle 16.30 con Giuseppe Riva si parlerà di “Nativi digitali e nuovi media” per capire chi sono oggi, e quanti sono i “nativi digitali”, generazione che Marc Prensky iniziò a raccontare nel 2001. Che impatto ha l’uso delle nuove tecnologie sulla mente, sull’identità e sul modo con cui interagiscono e comunicano i nativi digitali? La virtualità dei nuovi media ci aliena dalla realtà o, al contrario, ci aiuta ad affrontare le sfide della modernità? A questi interrogativi Giuseppe Riva darà risposta in rapporto alle strutture educative e al loro ruolo per la formazione e guida dei nativi digitali.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!