Musiche e sapori dell’Africa con Estate a Pordenone

13 luglio 2018

PORDENONE. Anche a luglio c’è la possibilità di vivere il fiume in canoa grazie alle discese sul Noncello a cura di polisportiva Montereale Valcellina e Canoa Club Naonis. L’appuntamento è per le giornate di sabato 14, 21 e domenica 22 luglio. Durante ciascuna giornata sono previste quattro discese, due al mattino con ritrovo alle 9 e alle 11 e due al pomeriggio con ritrovo alle 14 e alle 16. Si tratta di una prova assistita: tre istruttori (uno ogni cinque persone) spiegano a terra le modalità di conduzione della canoa, poi in acqua. Segue una discesa collettiva fino a Vallenoncello (circa 20 minuti) con rientro a Pordenone in furgone. Salvagente, pagaia, imbarcazione sono forniti dalla Polisportiva Montereale. La partecipazione è gratuita previa prenotazione scrivendo a corso.canoa@comune.pordenone.it.

Sabato è la giornata della visite guidate, che anche sabato 14 saranno due, entrambe gratuite: alle 11 al centro storico, con ritrovo davanti alla Loggia del Municipio e alle 17.30 a Humus Park, con ritrovo all’ingresso del parco del Seminario. Altro appuntamento fisso sono le letture del sabato pomeriggio alle 17.30 in biblioteca civica.

Wadane Ndiaye Rose

Nuova è invece la proposta musicale in piazza Risorgimento alle 20.30: spettacolo Sabar con Wadane Ndiaye Rose e Sunu Ndiaye Rose a cura dell’associazione senegalese Diapalante. Wadane Ndiaye leader del gruppo è figlio di Doudou Ndiaye Rose, uno dei percussionisti più famosi del Senegal e dell’Africa tutta, considerato dall’Unesco tesoro umano, Wadane si dedica alla musica fin dalla più tenera età. Da 7 anni vive in Italia, dove insegna percussioni nelle scuole e organizza corsi nella zona di Mestre; inoltre si esibisce col suo gruppo, i Sunu Ndiaye Rose, in diverse regioni italiane e in festival di rilevanza internazionale. Insieme ai suoi fratelli, promuove viaggi interculturali in Senegal, per far conoscere e apprezzare il suo paese d’origine e la musica e la danza tradizionali senegalesi, tramandate dalla sua famiglia, di cui si potrà avere un travolgente assaggio in piazza Risorgimento nell’Estate a Pordenone.

Sabato 14 luglio è anche la serata conclusiva del festival Raccontare il deserto, con la tradizionale cena nordafricana nel parco di Villa Baschiera di Pordenone in via Oberdan, con il couscous e altri piatti caratteristici (si consiglia di prenotare al numero 0434 363255 oppure 3391117169) allietata dalle percussioni di Madou Djembé e la danzatrice Alea.

Andrea Cia

Alle 21 nel chiostro della biblioteca il “Live Music Tour” di Andrea Cia e della sua band sposa la solidarietà con Solo per il Bene e Casa del Volontariato per il progetto “Musica e Solidarietà”. Il live music & movie tour, è un viaggio tra i più grandi successi musicali e cinematografici di sempre, in un intervallarsi di canzoni e scene dai più bei film. In scaletta brani di U2, Joe Cocker, Battisti, Toto, Eagles, Elisa, Beatles, Rolling Stones e anche qualche originale di Andrea Cia in omaggio ai più grandi autori musicali e ai più grandi registi e attori del panorama mondiale.

La passione per il rock nasce per Andrea Cia nel 1994 e lo porta a suonare con diversi gruppi e come solista. Diversi i lavori realizzati in studio come “Mr Hyde”, seguito dal “Mr Hyde Solidarity Tour”, e “20 Anni” seguito da un tour che ha visto come ospiti sul palco Max Gelsi e Silvia Smaniotto (della band di Elisa), Alberto Bruni voce degli Empatia e Sasha Torrisi chitarra e voce dei Timoria. Tra gli altri lavori realizzati “Ho qualcosa da dire” e “Suono, Rumore e il musicista”.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!