A Moruzzo c’è Ûs e Lidric ma anche un libro sulle Agane

3 Marzo 2017

MORUZZO. Domenica 5 marzo nella sala consiliare del Comune di Moruzzo alle 11.30, subito dopo l’inaugurazione di ÛS E LIDRIC 2017, ci sarà la presentazione del libro Agane – fate d’acqua. Leggende immortali tra mito e realtà di Barbara Bacchetti, scritto in collaborazione con Tatiana Dereani che si occupa del progetto di turismo esperienziale “AganiSpiritual Experience” legato al libro. Dalle antiche leggende e tradizioni del Friuli Venezia Giulia, le Agane tornano a vivere più reali che mai tra le pagine e le immagini suggestive di questo volume. E, ancora una volta, ci incantano e ci rapiscono con i loro sguardi, i loro corpi e le loro storie immortalate negli scatti d’autore di Elidio Turco.

Chiamate Agane in Friuli, e con molti altri nomi in altri luoghi d’Italia e non solo, incarnano da sempre un potente archetipo immortale di fascino, sensualità e soprattutto Libertà a cui è impossibile restare indifferenti. Ed è proprio quando il Mito si fonde con la Realtà, come in questo libro, che si sprigiona la Magia degli Intermedi con il suo potente Incantesimo. E allora può accadere che una semplice suggestione diventi la chiave che apre la porta su mondi magici e molto più reali di quanto non ci si aspetti; mondi che ci attendono da sempre appena oltre la nostra scontata vita quotidiana.

Sulla scorta del libro “Agane – Fate d’Acqua” nasce il progetto di Tatiana Dereani relativo al “Turismo Esperienziale”. Si tratta di un nuovo modo di intendere l’esperienza turistica, in quanto si basa sulla centralità delle percezioni dei fruitori e tratta il consumo come un esperienza olistica, riconducendolo sia a motivazioni razionali che emozionali. Fondamentali risultano la ricerca di evocazioni sensoriali, le escursioni per la fruizione dei paesaggi e per la meditazione, la valorizzazione dei prodotti artigianali, collegati alla legenda: la tessitura e il ricamo in particolare ma anche la scultura e la ceramica. Inoltre, è prevista l’offerta enogastronomica di cibi legati al mondo delle erbe e della natura selvaggia, la creazione di eventi, in particolare musicali e di itinerari dedicati ai bambini. Il tutto, in collegamento e sinergia con le comunità locali.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!