Molto cantabile: attenzione, potrebbe creare “furore”!

13 marzo 2018

TRIESTE. Un programma di melodie italiane che vanno dai primi anni del ‘700 sino al ‘900 e includono alcune Opere del grande Giovanni Bottesini, detto il “Paganini” del Contrabbasso: è quanto promette “Molto cantabile”, il recital del Duo contrabbasso – pianoforte composto da Stefano Sciascia e Davide Giovanni Leonardi, in scena mercoledì 14 marzo, alle 20.30 nella Sala Tartini del Conservatorio di Trieste per i “Concerti inverno – primavera” 2017 – 2018. L’ingresso è libero previa prenotazione info tel. 040.6724911 www.conservatorio.trieste.it

Stefano Sciascia

“Molto cantabile” proporrà pagine musicali di Giovanni Battista Pergolesi, Antonio Vivaldi, Pasquale Mario Costa, Pietro Mascagni, Giacomo Puccini, Vincenzo Bellini e come anticipato, di Giovanni Bottesini. All’esecutore – cantante o, in questo caso, contrabbassista – è richiesta la capacità di esplodere in slanci amorosi e guerrieri, e al contempo di saper esplorare con delicatezza ogni inflessione elegiaca e malinconica. Quest’ultimo tipo di atmosfera è presente peraltro in moltissime melodie di Bottesini, che sentiva fortemente il carattere elegiaco. Alle melodie presenti in questo programma è richiesto di accendere “il fuoco della passione” negli ascoltatori, di trasmettere pienezza di sentimento, di creare trasporto, e, se possibile, quel furore che provocavano i melodrammi, attraverso le voci dei cantanti prediletti: Maria Malibran, Adelaide Tosi, Giulia e Giuditta Grisi e altre voci indimenticabili.

Stefano Sciascia, docente di contrabbasso al Conservatorio Tartini, suona un Contrabbasso Ruggeri del 1700. Ha iniziato gli studi musicali a sedici anni e molto presto ha cominciato a collaborare con le Orchestre della Rai di Torino, con i Solisti Veneti di Claudio Scimone, con l’Orchestra da Camera di Padova e del Veneto, con le quali suona nelle maggiori capitali europee e del mondo. Contemporaneamente si dedica alla ricerca di nuova musica trascrivendola per contrabbasso ed arricchendo così il repertorio solistico per il suo strumento.

Ha registrato, come solista, numerosi CD per le case discografiche Rivo Alto di Venezia e la King Records Japan di Tokyo. Ha tenuto master classes in Italia, Giappone, Norvegia (Oslo Academy), Finlandia (Sibelius Academy), Copenhagen (Opera House), Londra (Trinity College), Riga (Latvian Academy), Zagabria (Zagreb Academy), Salisburgo (Mozarteum University), Gerusalemme (Jerusalem Music Academy), Vienna (Universität für Musik und darstellende Kunst). Ha pubblicato musica inedita per Ludwin Music U.S.A. Nell’agosto 2012 ha tenuto un recital alla Copenhagen Opera House durante la European Bass 2012 Convention e in ottobre dello stesso anno ha suonato la sua composizione “Mantra 22.22” alla Mozarteum University di Salisburgo. Nel giugno del 2013 ha suonato il contrabbasso appartenuto a Sergej Koussevitzky in un recital alla Rochester New York University durante la ISB Convention 2013. Il suo ultimo lavoro discografico è “Soli Deo Gloria”, un CD per Contrabbasso Solo con Suite e Partite di J. S. Bach. Ha composto la colonna sonora del pluripremiato film “Across the River” di Lorenzo Bianchini proiettato in anteprima al Festival di Taormina nel giugno del 2013.

David Giovanni Leonardi

David Giovanni Leonardi, udinese classe 1966, si è diplomato in Pianoforte al Conservatorio di Udine e laureato in Musicologia alla Scuola di Paleografia e Filologia Musicale di Cremona, è titolare della cattedra di Storia della Musica presso il Conservatorio “J. Tomadini” di Udine. Svolge attività di pianista in campo cameristico vocale e strumentale ed ha partecipato alla produzione e alla registrazione di dieci CD, cinque dei quali in Duo con il contrabbassista Stefano Sciascia. Dal 1996 svolge il ruolo di pianista accompagnatore ufficiale al Concorso Internazionale di Canto da Camera “C.A. Seghizzi” di Gorizia. Si dedica all’approfondimento del Novecento musicale friulano, cura catalogazioni, edizioni critiche ed ha pubblicato contributi musicologici su incarico della Società Italiana di Musicologia, della Società Filologica Friulana e dell’Associazione Corale Goriziana “C.A. Seghizzi”.

Partecipa a conferenze, programmi radiofonici e convegni di studio, pubblicando, quale critico e storico musicale, su quotidiani, settimanali e periodici specializzati. Più volte membro di giuria in concorsi di esecuzione strumentale e vocale e di composizione, collabora a livello pianistico e di consulenza musicologica con le più importanti formazioni orchestrali e corali del Friuli Venezia Giulia e con le case discografiche Bongiovanni, Nota, RealSound, RivoAlto e Stradivarius.

Condividi questo articolo!