Mimesis è al Malignani

24 Ottobre 2018

Jean-Jacques Wunenburger

UDINE. Giovedì, la quarta giornata del Festival Mimesis ha inizio nelle scuole: all’Istituto Statale di Istruzione Superiore Arturo Malignani, il filosofo Nuccio Ordine ragiona sulla necessità di valorizzare l’inutile a partire dal libro-manifesto L’inutilità dell’inutile (Bompiani). Nuccio Ordine tornerà a discutere questo tema in un incontro pomeridiano che lo vedrà in dialogo con il musicista Giovanni Floreani. L’appuntamento è alle 17 alla libreria Tarantola. Alle 16, nella libreria Moderna, le docenti Barbara Tonzar e Eliana Villalta raccontano invece una controstoria del colonialismo italiano in Africa attraverso le testimonianze letterarie dell’epoca discusse dal libro Colonie letterarie (Carocci).

Sempre alle 16, la Libreria Antonini di Gorizia, è sede del dibattito tra Ruggero Eugeni e Adriano D’Aloia sulle moderne teorie del cinema, mentre a Udine, nel palazzo Florio, il filosofo francese Jean-Jacques Wunenburger e Aurosa Alison presentano Il nuovo spirito scientifico di Gaston Bachelard (Mimesis Edizioni). Alle 18 nella sala del Castello di Udine, il neuroscienziato Franco Fabbro presenta il suo ultimo libro Identità culturale e violenza (Bollati Boringhieri). Partecipa all’evento anche il teologo Vito Mancuso. La giornata si chiude alle 21, nella sala Minerva del cinema Visionario, con la tavola rotonda tra gli studiosi di cinema Ruggero Eugeni, Adriano D’Aloia, Andrea Rabbito e Mariapia Command sul rapporto tra Fake news e mondo cinematografico. Modera il giornalista Gabriele Franco.

Tutti gli incontri sono aperti al pubblico e gratuiti.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!