Materia e sue manifestazioni a Rose Libri Musica e Vino

22 Maggio 2019

TRIESTE. Sta volgendo al termine la IX edizione della rassegna culturale Rose Libri Musica e Vino, curata da Patrizia Rigoni e promossa dalla cooperativa sociale Agricola Monte San Pantaleone e dall’Università di Trieste, che venerdì 24 maggio darà spazio alla materia e alle sue varie manifestazioni. La passeggiata “negli ex” prevede una visita all’ex Lavatoio, oggi Centro di aggregazione giovanile gestito dagli Amici delle Iniziative Scout. Ad attendere i visitatori alle 10 in via San Giacomo in Monte 9 ci sarà Fabiano Mazzarella, presidente dell’Amis.

Gruppo Arpeincoro

La mattinata proseguirà come sempre a San Giovanni, dove alle 11 il prof. Fulvio Parmigiani, docente di Fisica della materia, terrà una lezione universitaria sul tema “Luce e Materia”. Sempre all’interno del Parco alle 15.30 è in programma un’altra passeggiata, questa volta fotografica, con Annamaria Castellan, fotografa e presidente dell’associazione culturale Acquamarina. Nel pomeriggio seguiranno due appuntamenti ormai consolidati: un laboratorio dedicato ai bambini (Rose al quadrato: cartone e stoffe a cura di MiniMu) e una conversazione dedicata agli appassionati di rose (Rose: da vicino tutto è normale. Scompigli e variazioni sul tema, con Davide Dalla Libera, ottenitore di rose, dell’Azienda Agricola Novaspina).

Alle 18 l’appuntamento clou della giornata: in roseto il filosofo Pier Aldo Rovatti, direttore della Scuola di Filosofia di Trieste, presenterà il suo ultimo libro, freschissimo di stampa, “Le nostre oscillazioni. Filosofia e follia”, dialogando con Sergio Keller, ricercatore in Filosofia. In questa nuova versione, edita da Alpha Beta Verlag di Merano nella Collana 180 – Archivio Critico della Salute Mentale, l’autore rilancia l’importanza del dubbio e della follia come tratto soggettivo che appartiene a ciascuno di noi. Il vino in degustazione al momento dell’aperitivo (ore 19) — un San Lurins del 2017 — è opera di Marco Pecorari, vignaiolo e contadino in San Lorenzo Isontino (Gorizia), che con la giornalista Simonetta Lorigliola parlerà della terra e di chi la lavora.

Concluderà la serata (inizio alle 19.30) la suggestiva performance del Gruppo Arpeincoro, che sotto la guida della Maestra Cristina Ruffino, profonda conoscitrice dell’arpa celtica, si esibirà senza utilizzare lo spartito ma basandosi esclusivamente sulla tradizione orale, dove solo la melodia della canzone è fissa e tutto il resto è abilità dei suonatori. La materia in questione nel loro caso è il legno vivo degli strumenti e le melodie nordiche ispirate alla primavera.

Anche questa settimana quindi un programma ricchissimo, tutto ad ingresso libero (tranne il laboratorio per bambini al costo di 10 euro, se è la prima partecipazione, di 8 se è successiva). In caso di maltempo gli incontri si svolgeranno nella Sala A del Centro di formazione aziendale AsuiTs adiacente al roseto. Maggiori info e dettagli su www.agricolamontepanta.com

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!