Magie e incantesimi nell’arte tra Otto e Novecento

23 Gennaio 2019

Sascha Schneider

POLCENIGO. Primo appuntamento del 2019 con i Corsi generali Ute a Polcenigo venerdì 25 gennaio con una lezione di Storia dell’Arte, che guiderà alla scoperta delle “magie e incantesimi” nelle opere degli artisti europei tra Otto e Novecento. In omaggio al tema portante dell’Anno Accademico in corso, sarà la docente e critica d’arte Lorena Gava a presentare un filone particolare della produzione artistica di quel periodo, ovvero quella ispirata alle poetiche simboliste e al fascimo che operò l’esoterismo sul mondo culturale europeo, prima dello sviluppo delle Avanguarde storiche novecentesche.

L’attrazione dell’irrazionale, il mistero profondo delle cose e dell’anima, l’inquietudine del nuovo secolo furono del resto al centro anche della nuova modalità di pensare all’uomo nella sua relazione con se stesso e il mondo, come insegnarono gli studi di Freud con la psicanalisi e le riflessioni filosofiche di autori come Nietzsche e Schopenhauer. L’interesse per le realizzazioni delle arti figurative che segnarono quell’epoca è tra l’altro testimoniato da una grande mostra dal titolo “Arte e Magia. Il fascino dell’Esoterismo in Europa” che si chiude proprio in questi giorni a Rovigo, a Palazzo Roverella.

La lezione Ute avrà inzio alle 15 nella Sala Consiliare del Municipio.

Info presso la Segreteria Ute di Sacile (da lunedì a giovedì 15-18.30): tel. 0434 72226 – info@utesacile.it http://utesacile.blogspot.com

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!