Lotta tra vizi e virtù è il tema di Medioevo a Valvasone

25 Luglio 2019

VALVASONE. Svelato il tema dell’edizione 2019 della rievocazione storica Medioevo a Valvasone, una delle maggiori del Friuli Venezia Giulia: sarà la battaglia dell’anima (Pugna Animae), la millenaria lotta tra vizi e virtù. Ad introdurre il tema di questa 27^ edizione, che si svolgerà dalla sera di venerdì 6 settembre alla domenica 8 settembre, un video realizzato per promuovere la manifestazione, pubblicato sulla pagine social dell’evento, il quale ha subito fatto il pieno di like e condivisioni. La rievocazione è stata presentata ufficialmente alla cittadinanza e alle attività commerciali, in una serata aperta organizzata in Sala Roma, in piazza Mercato a Valvasone.

Detto così, il tema sembra “semplice” da affrontare, ma come sempre gli organizzatori di Medioevo a Valvasone vanno alle radici filologiche dell’Età di Mezzo, con un grande lavoro di ricerca, per offrire ai visitatori una narrazione storicamente corretta. “Ci siamo basati, anche per lo spettacolo teatrale principale – ha spiegato Luca Altavilla, direttore artistico della manifestazione – alla Psychomachia di Prudenzio, un poema che descrive proprio questa lotta allegorica tra vizi e virtù. Si tratta del primo componimento allegorico della letteratura occidentale, che assurge a paradigma del contrasto fra etica pagana e cristiana al tramonto dell’impero romano. Tutto – ha aggiunto Altavilla – dallo spettacolo principale, al menù della cena medievale, alla scelta delle animazioni e alla caratterizzazione degli allestimenti scenografici nel borgo sarà ispirato al nostro tema, tra salvezza e dannazione”.

Confermata l’apertura della manifestazione al sabato pomeriggio dedicato alle famiglie e ai più piccoli. “Visto il successo dello scorso anno – ha commentato la presidente del Grup Artistic Furlan Sandra Bono – abbiamo deciso di ripetere l’esperienza del sabato pomeriggio dedicato alle famiglie con taverne aperte a pranzo e anche quest’anno ci sarà il grande gioco dell’avventura medievale a tema nelle vie del borgo e gli spettacoli per i più piccoli con giochi medievali, animazioni, cortile degli animali, giostre a cavallo, dimostrazioni di rapaci e combattimenti”.

Un’altra importante novità è la collaborazione con nuovi gruppi di artigiani e mestieri medievali di Santa Lucia di Piave e di Cittadella, i quali allestiranno per le vie del borgo alcuni villaggi medievali e ulteriori banchi di artigiani. “Inoltre – aggiunge Bono – avremo tanti nuovi gruppi di spettacolo e animazione. Per questo, vogliamo ringraziare i due main sponsor che quest’anno sostengono la nostra manifestazione: E.ON Energia e Despar Nordest – Aspiag Service”.

Un’altra gradita conferma è la cena medievale (che si terrà sabato 7 settembre) al Chiostro dell’ex convento dei Frati Servi di Maria. Per la prima volta quest’anno, sarà possibile acquistare il biglietto direttamente dal sito internet (www.medioevoavalvasone.it/cena-medievale). Il banchetto sarà proprio dedicato alla lotta dell’anima tra la retta via e quella licenziosa, con un’alternanza tra peccati di gola e trionfi di gusto. In più, visto il successo della rievocazione che attira un pubblico sempre più numeroso, quest’anno si aggiungeranno nuove taverne con i sapori dell’Età di Mezzo per accogliere sempre più avventori.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!