L’elisir d’amore a sorpresa tra i viaggiatori dell’aeroporto

20 Giugno 2019

RONCHI DEI LEGIONARI. Musica classica e concerti, la grande Lirica, divertissement in musica e l’Opera in versione “da salotto” disseminati in alcune tra le più rinomate dimore storiche del Friuli Venezia Giulia: tutto questo compone la dodicesima edizione del “Piccolo Opera Festival Fvg”, il festival firmato dalla direzione artistica del baritono Gabriele Ribis, in programma tra il 2 e 18 luglio prossimi.

Titolo dell’imminente edizione – che ha già registrato numerose prenotazioni dalle agenzie di tour operators con spettatori in arrivo in particolare dall’Austria – è Gioia: «Il tema della dodicesima edizione ha, come sempre, diverse chiavi di lettura – spiega il direttore artistico – anche se essenzialmente vuole ricordare quel giorno di Natale del 1989 quando 30 anni fa le note dell’Inno alla Gioia di Beethoven sancirono la caduta del Muro di Berlino. Muri ideali che divisero anche una città della nostra regione come Gorizia. La Musica che racconta la Storia, e viceversa».

In attesa della presentazione ufficiale del cartellone (in programma martedì 25 giugno a Udine), si potrà intanto gustare venerdì 21 giugno, in occasione della Festa della Musica, un primo assaggio della manifestazione all’Aeroporto di Ronchi dei Legionari: ai passeggeri di Trieste Airport, e a chi vorrà a venire apposta per l’evento, sarà infatti offerta – alle 12.30 – una selezione di brani dal capolavoro di Donizetti ”L’elisir d’amore” – produzione internazionale di punta di questa edizione del festival, realizzata con The Jerusalem Opera di Israele e con l’Israel Sinfonietta Beer Sheva — che debutterà al Castello di Spessa il 2 luglio prossimo (con repliche il 4 e 7 luglio). In aeroporto una gustosa versione “da viaggio”, con alcune delle arie più celebri dell’opera nell’esecuzione dei cantanti che si mischieranno a sorpresa ai viaggiatori.

Il Piccolo Opera Festival, che prenderà avvio il 2 luglio con un’anticipazione il 28 giugno al Castello di Zucco, conferma anche per quest’anno la peculiare attitudine cultural-turistica di un evento che unisce sapientemente raffinate proposte artistiche, visite guidate e momenti di degustazione a tema nelle suggestive location scelte: dallo splendido ”balcone” sul mare del Castello di Duino, all’incantevole Tenuta del Castello di Spessa – dove quest’anno spicca la novità assoluta del “Teatro in Vigna” con l’opera proposta in mezzo ai vigneti– al Castello di Valvasone e Villa Gorgo, con concerti, operine, e il debutto della nuova co-produzione de “L’elisir d’amore” che ha venerdì darà un primo “assaggio” al pubblico.

Condividi questo articolo!