Le proposte del Villaggio sloveno a Gusti di frontiera

25 Settembre 2018

GORIZIA. La città di Gorizia si sta preparando per il suo più grande evento, Gusti di frontiera che inizierà giovedì 27 settembre. Le strade della città verranno inondate nuovamente da persone, dai suoni, dagli odori, dalle delizie e dalle specialità della cucina europea e mondiale. Sono previsti oltre 340 stand di rappresentanti di tutti e cinque i continenti del mondo. Quest’anno, per la prima volta, arriveranno i rappresentanti dall’Australia e dalla Nuova Zelanda.

La Zveza slovenske katoliške prosvete – Unione culturale cattolica slovena di Gorizia, che raggruppa e coordina i circoli associati della comunità di lingua slovena delle province di Gorizia e Udine, parteciperà all’evento enogastronomico che si svolgerà lungo le strade e le piazze di Gorizia fino al 30 settembre. Come negli anni precedenti, la ZSKP-UCCS allestirà il proprio tendone in via Crispi, accanto alla Camera di Commercio. Insieme agli stand delle associazioni Sabotin di Štmaver, F.B. Sedej di San Floriano, Vrh sv. Mihaela, Hrast di Doberdo’ e del coro Lojze Bratuž di Gorizia, a cui si unirà lo stand della Vinoteka Števerjanski griči, disegnerà uno spazio comune, denominato Villaggio sloveno.

L’offerta di prelibatezze sarà varia. Ogni associazione offrirà le sue specialità: prosciutto cotto nel pane, maiale fritto, cinghiale con polenta, cotoletta alla milanese, patatine fritte, gnocchi con sugo d’anatra, jota, gnocchi con nutella, palačinke con vari ripieni, gelato artigianale ricoperto da vari tipi di glasse: al sambuco, al liquore di Terrano, al cioccolato e con olio d’oliva. Non mancheranno i pregiati vini del Collio.

Oltre alle delizie culinarie ci sarà anche intrattenimento musicale. Giovedì si esibiranno gli alunni del gruppo di strumenti a fiato, ottoni e percussioni del Centro sloveno di educazione musicale Emil Komel di Gorizia, venerdì sera e domenica pomeriggio suonerà il gruppo Pika na i del quale fanno parte quattro giovani talentuosi musicisti. Sabato il programma musicale sarà dedicato al pubblico più giovane. Tutti i quattro giorni i disk-jockey di Radio Spazio trasmetteranno musica popolare slovena e di intrattenimento.

Nella sala riunioni del Centro Culturale Lojze Bratuž si è tenuta una conferenza stampa per la presentazione del Villaggio sloveno. Oltre alla presidente della ZSKP-UCCS Franca Padovan, sono intervenuti il Sindaco di Gorizia Rodolfo Ziberna e l’assessore Arianna Bellan. Il sindaco ha elogiato l’Unione culturale cattolica slovena per lo slancio e l’impegno che mette in questo progetto, sottolineando che nel Villaggio sloveno si possono gustare quei piatti tipici che si facevano una volta. Ha inoltre confermato la propria presenza all’inaugurazione del Villaggio sloveno, che, oltre a quella istituzionale-ufficiale, è diventata una costante a Gusti di frontiera. L’assessore Arianna Bellan, ha evidenziato il lato organizzativo della manifestazione informando che quest’anno è stato aumentato il numero di servizi igienici. Sono intervenuti anche alcuni rappresentanti delle associazioni che saranno presenti nel Villaggio sloveno.

Condividi questo articolo!