Le immagini dell’archivio Anpi in una pubblicazione

13 Giugno 2018

UDINE. L’ANPI Provinciale di Udine ha dato alle stampe “La memoria rimasta. Resistenza, antifascismo e impegno politico attraverso le immagini dell’Archivio ANPI di Udine”. La pubblicazione è il coronamento del progetto di riordino e di inventariazione degli archivi fotografico e documentale dell’Associazione, progetto avviato nel 2012 e che ha goduto del contributo dell’Amministrazione Comunale di Udine, della Regione, della Fondazione Friuli e del sostegno della Lega Coop FVG e di Coop Alleanza 3.0. Nel saggio introduttivo di Enrico Biasin tra l’altro si legge: “Le fotografie qui discusse hanno il potere di raggelare alcuni istanti della vita condotta da questi ragazzi che si dedicarono, per loro precisa scelta e per un lasso temporale circoscritto, alla salvaguardia civile e culturale della nazione di cui si sentivano parte attiva e propositiva”.

La pubblicazione verrà presentata venerdì 15 giugno alle 18 nella Sala Convegni della Fondazione Friuli in Via Manin 15 a Udine. All’introduzione del Presidente del Comitato Provinciale dell’ANPI di Udine Dino Spanghero seguiranno i saluti istituzionali delle autorità presenti. Successivamente interverrà il professor Flavio Fabbroni per un inquadramento storico; infine dialogheranno il dottor Stefano Perulli, responsabile dell’Archivio Storico dell’ANPI e la ricercatrice dottoressa Monica Di Barbora.

Monica Di Barbora si occupa di archivi fotografici e di fotografia come fonte per la storia. Ha collaborato con diversi istituti storici e partecipato a convegni in Italia e all’estero. Come ricercatrice, i suoi interessi si concentrano sulla storia delle donne e di genere e sulla fotografia in archivio. Ha studiato in particolare la rappresentazione delle donne nelle colonie fasciste e la costruzione di modelli all’incrocio tra classe genere e razza; il fotogiornalismo tra fascismo e dopoguerra; la gestione delle fotografie negli archivi storici. Ha pubblicato articoli e saggi in Italia e all’estero. Tra gli ultimi lavori, La situation des archives de presse en Italie: le cas de l’Unità, «In situ. Revue des patrimoines» (in corso di pubblicazione); Le donne e lo spazio urbano in trasformazione, in La città messa a fuoco, Mimesis 2016; Fake. Vero falso verosimile, «Zapruder. Rivista di storia della conflittualità sociale», n. 39, gennaio- aprile 2016.

Monica Di Barbora sarà a Udine anche sabato 16 giugno alle 10.30 nella Libreria Moderna Udinese per presentare la pubblicazione, da lei curata, intitolata “Gli archivi fotografici dell’«Unità». Milano, Roma e le redazioni locali”. Dialogheranno con la curatrice Stefano Perulli, responsabile dell’Archivio Fotografico dell’ANPI e Monica Emmanuelli, direttrice dell’Istituto Friulano per la Storia del Movimento di Liberazione. L’iniziativa è organizzata dall’Anpi di Udine, in collaborazione con la Libreria Moderna Udinese e con l’Istituto Friulano per la Storia del Movimento di Liberazione.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!