La storia del primo aliante che volò sul Friuli (Ute Sacile)

16 maggio 2018

SACILE. Sarà ancora nel segno del Vento l’ultimo appuntamento dell’UTE di Sacile e Altolivenza, in agenda giovedì 17 maggio in Palazzo Ragazzoni a Sacile (ore 17, ingresso libero). Per questo evento di chiusura, saranno i Pionieri del Volo in Friuli a raccontare le loro storie, grazie a un reading curato dall’attrice pordenonese Carla Manzon sulla base delle ricerche di Annamaria Brovedani. La vicenda che sarà ricostruita e narrata sarà quella di Ugo Zannier, il cui sogno di costruire e sperimentare il primo volo in aliante sul Friuli si concretizzò nel 1933, quando, appena ventenne, decollò dal Monte Valinis sopra Meduno grazie all’aiuto tecnico (e al sostegno economico e personale) avuto proprio dall’ingegner Benvenuto Brovedani, padre dell’autrice, all’epoca direttore della Scuola di disegno di Meduno.

Grazie a testimonianze di prima mano (lettere, relazioni, progetti, immagini) e alle cronache dell’epoca, il sogno dei due pionieri dell’aria sarà restituito con il sapore di un’avventura umana ricca di passione e tenacia, coronata da un successo che diede all’impresa grande eco e meritata fama, e perciò oggi tutta da riscoprire.

L’ultimo evento dell’Anno Accademico sarà anche l’occasione per tracciare un primo bilancio delle attività realizzate dall’Associazione, che chiuderà ufficialmente il calendario con l’ultima uscita culturale, in programma sabato 19 maggio alla scoperta delle meraviglie artistiche di Mantova.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!