La scienza dei cognomi

19 Settembre 2016

TRIESTE. Paolo Rossi, fisico eclettico dell’Università di Pisa con interessi che spaziano dalla fisica delle particelle alla traduzione di testi altomedievali, terrà il 21 settembre alle 15 nell’Aula Magna della Sissa in Via Bonomea 265 a Trieste il primo dei colloquium previsti per la nuova stagione, che verterà sullo studio dei cognomi attraverso i metodi della meccanica statistica, un approccio utile per indagare la genetica delle popolazioni.

Cosa c’entra la distribuzione dei cognomi con la ricerca in biologia umana e con la meccanica statistica? Può sembrare strano, ma è già qualche secolo che gli scienziati studiano i cognomi per comprendere alcuni aspetti della genetica delle popolazioni. “Si parte nel 1875 con i lavori pionieristici di George Darwin, figlio di Charles, che valutava la porzione di matrimoni fra cugini di primo grado in caso di isonimia (stesso cognome) dei partner, per arrivare in tempi più recenti all’analisi dell’albero genealogico di Edoardo III re d’Inghilterra con metodi statistici e la simulazione numerica, fino alla formulazione di modelli molto più generali sui cognomi in un dato paese (in Corea e Giappone, per esempio)”, spiega Paolo Rossi.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!