La mostra su Impastato prorogata fino al 3 giugno

30 Maggio 2018

UDINE. Per il grande successo di pubblico viene prorogata fino a domenica 3 giugno la mostra fotografica di Elia Falaschi “La Voce di Impastato. Volti e parole contro le mafie”, inaugurata da vicino/lontano 2018 lo scorso 9 maggio a 40 anni esatti dall’assassinio dell’attivista siciliano Peppino Impastato, che dai microfoni di Radio Aut denunciava i crimini di cui si macchiava la mafia. La mostra di Elia Falaschi propone l’apparato iconografico del libro del giornalista Ivan Vadori “La voce di Impastato”. Il volume, edito da Nuova Dimensione e in vendita in mostra, raccoglie sei anni di interviste ai protagonisti dell’antimafia italiana – tra i quali Giancarlo Caselli, Lirio Abbate, Carlo Lucarelli, Luigi Ciotti, Sandro Ruotolo – e naturalmente ai familiari di Impastato: il fratello di Peppino, Giovanni, e la nipote Luisa, oggi presidente di Casa Memoria. La mostra sarà visitabile giovedì 31 maggio e venerdì 1° giugno dalle 18 alle 21, sabato 2 giugno dalle 10 alle 13 e dalle 18 alle 21. Domenica 2 giugno, giorno di chiusura, dalle 10 alle 13.

Condividi questo articolo!