La macchina nel Futurismo: l’arte approda al Malignani

18 Maggio 2017

UDINE. Organizzato dall’Associazione Culturale Fûrclap, l’evento Arte in Libertà, nella sua prima uscita ha visto la partecipazione dell’Istituto Malignani di Udine a Vicino/Lontano. Il progetto si compone di due momenti e un unico tema: esplorare l’attualità del movimento futurista. Nella visione della macchina come elemento fondante del futuro lo scrittore Marinetti, l’architetto Sant’Elia, l’artista Depero, tra gli altri, guardano all’utopia – tema dell’edizione 2017 di Vicino/Lontano – per costruire il futuro. Quel futuro che, oggi, nel bene e nel male, si è parzialmente realizzato. In questo è l’attualità del movimento del primo Novecento, riportato alla luce venerdì 12 maggio all’Oratorio del Cristo, a Udine, dagli interventi di Marco Maria Tosolini, docente di Storia ed estetica della musica al Conservatorio Tartini di Trieste, Renato Rizzi, architetto e docente IUAV, insieme agli studenti Tommaso Piani e Ludovica Benedetta Battaglia. In piena sintonia con i principi dissacratori tipici dei futuristi, le riflessioni venivano improvvisamente interrotte dalla performance curata da Giovanni Floreani ed elaborata dalle voci sperimentali di Claudio Milano e Fabio Cassisi.

Il gruppo di Arte in libertà

Il secondo momento del progetto Arte in Libertà, FUTURISMO CONTEMPORANEO si terrà il 20 maggio alle 11 nella sede dell’ISIS Malignani, a Udine. La performance partirà dal porticato esterno dell’Istituto, proseguirà inaugurando l’aula Smart Lab – per la prima volta aperta al pubblico e realizzata grazie ai Fondi PON e un crowdfunding – per concludersi nell’Hangar di Aeronautica. Alcuni spazi dell’Istituto saranno allestiti con “quadri espositivi” e gli studenti si produrranno in una performance che metterà in luce il percorso cronologico del movimento animato da Marinetti nei primi del ‘900: poesie, parole in libertà e giochi onomatopeici intercalati da rumori orchestrati e composizioni musicali dal vivo, danze aerofuturiste e balli plastici, aerobanchetto con assaggi futuristi. Anche un’auto d’epoca a completamento della scenografia.

Gli eventi sono la fase conclusiva di un percorso scolastico di formazione teorica e laboratoriale incentrato sul tema della comunicazione quale mezzo di trasmissione di significati e valori. Le associazioni Fûrclap e Fare capofila e la docente Ofelia Croatto ideatrice del progetto, assieme alla coordinatrice del gruppo di attori, la docente Manuela Squadrito, hanno coinvolto una trentina di studenti, alcuni dell’ISIS A. Malignani di Udine – Liceo e ITI – e provenienti da altri Istituti scolastici, dall’Università, dal Conservatorio in un percorso di approfondimento e di riflessione sulle dinamiche storico-culturali che hanno contribuito alla nascita del Movimento Futurista, per ricercare e individuare le assonanze con i movimenti artistici attuali. Obiettivo: creare un evento, dopo essere passati attraverso forme inusuali di didattica innovativa come laboratori, spazi riflessivi e interdisciplinari, che sia il risultato di una concreta connessione tra scuola e mondo esterno.

La partecipazione all’evento del 20 maggio sarà aperta al pubblico previa iscrizione e potrà essere seguita in streaming da tutti i docenti e gli studenti che lo desiderano, nelle aule scolastiche. Prenotazioni 348 8225958 info@furclap.it diretta streaming profilo facebook di Fûrclap https://www.facebook.com/furclap

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!