La fotografia e il Web: analisi di una nuova comunicazione

8 novembre 2018

TRIESTE. Venerdì 9 novembre, a partire dalle 9.45, interverrà a Trieste (auditorium del Museo Revoltella, in via Diaz 27), André Gunthert, docente dell’École des hautes études en sciences sociales a Marsiglia, con un contributo dal titolo: “Il secondo grado dell’immagine. La fotografia nello spazio pubblico del web”. Studioso di livello internazionale nell’ambito della cultura visuale e della fotografia, Gunthert è autore del volume L’immagine condivisa. La fotografia digitale. Tra le sue numerose pubblicazioni questo studio, edito in Italia da Contrasto nel 2016, affronta gli snodi dell’uso comunicativo, di scambio anche in senso emotivo, che la natura digitale offre all’immagine fotografica.

Grazie alle sue conoscenze, Gunthert offre l’analisi che il nostro tempo richiede sull’uso dell’immagine smaterializzata, connessa e condivisa. A conclusione del suo intervento, a partire dalle 12 circa, Gunthert approfondirà alcuni aspetti delle sue ricerche in dialogo con Michele Smargiassi, noto giornalista di Repubblica e autore del fortunato blog Fotocrazia.

L’iniziativa è organizzata dall’Ente Regionale per il Patrimonio Culturale (ERPAC), in collaborazione con il Dipartimento di Studi umanistici e del patrimonio culturale dell’Università di Udine (LIDA-Laboratorio Informatico per la Documentazione Storico Artistica/ Fototeca). L’evento è ideato dalla Rete delle fototeche e degli archivi fotografici del Friuli Venezia Giulia e viene ospitato dai Musei Civici di Trieste nell’ambito della quinta edizione del “Trieste Photo Days Festival” come momento rivolto a un pubblico quanto più ampio possibile.

La giornata sarà occasione per presentare le attività didattiche e di formazione per gli operatori del settore che verranno organizzate dall’ERPAC con l’Università di Udine nella primavera del 2019 a prosecuzione delle iniziative “Le Fototeche. Archivi per la Storia dell’arte” e “Dietro la fotografia: dalla catalogazione alla fruizione”, realizzate tra il 2017 e il 2018.Durante l’intera mattinata sarà attivo un servizio di traduzione e sarà disponibile un attestato di partecipazione per chi ne fa richiesta.

Condividi questo articolo!