La donna di picche ritorna a Spilimbergo

27 Giugno 2018

SPILIMBERGO. Dopo il successo delle tre serate di settembre al cinema Castello, il film indipendente “La donna di picche”, del regista taurianese Renzo Sovran, torna a Spilimbergo nella sua nuova versione pensata per la distribuzione anche fuori regione. Questa volta la location sarà il rinnovato cinema Miotto, che ospiterà il film friulano giovedì 28, nello spettacolo unico delle 21. La pellicola, lo ricordiamo, è girata interamente nella nostra regione, il set principale è stato proprio Tauriano di Spilimbergo e diversi degli attori, alla prima, sorprendente esperienza davanti alla macchina da presa, vengono proprio dalla città del mosaico.

Il film, nonostante sia stato girato con… “Zerozerobudget” – questo il nome scherzoso del gruppo di lavoro che si è impegnato del tutto gratuitamente – è stato già visto, dal settembre 2017 ovvero dal suo debutto al cinema Visionario di Udine, da un pubblico di più di tremila persone, divise in una trentina di appuntamenti tra le province di Udine, Pordenone, Gorizia e Trieste, senza dimenticare le importanti tappe al cinema Eden di Cortina, nella prestigiosa cornice della storica villa Migone, a Genova e all’istituto di cultura italiana presso l’ambasciata di Vienna, quest’ultima data è stata resa possibile grazie alla collaborazione con l’ente Friuli nel Mondo e il Fogolar furlan di Vienna.

Il film è friulano al 100% anche nella lavorazione: è infatti prodotto da Flavio Zanello con The Box records per Zerozerobudget, D&L movies e Backfilm Productions, tra gli interpreti Ludovico Rigonat, Betty Maier, Paolo Massaria, Claudio e Fabio Saccavino, Stefania De Michiel, Massimo Trevisiol, Andrea Tracanelli, con la partecipazione di Catine e di Alessandro Pomarè. Nel cast tecnico Luca Bertossi e Gian Pietro Nadalutti (fotografia), Nadia Avon (direzione di produzione), Lorenzo Cattarossi, Nicola Skert, Diego Cancian e Massimo Bocus.

Per le prossime date in programma si può seguire la pagina facebook https://www.facebook.com/Zerozerobudget/

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!