Juan Rodolfo Wilcock, poeta e scrittore da riscoprire

30 Gennaio 2018

PORDENONE. Sarà Juan Rodolfo Wilcock, poeta e scrittore argentino naturalizzato italiano, al centro degli Esercizi di memoria di Exconventolive, mercoledì 31 gennaio alle 19, con la preziosa introduzione di Edoardo Camurri e la moderazione di Gioia Battista. A dare voce agli scritti di Wilcock sarà, come di consueto, l’attore Luciano Roman, che leggerà alcuni passi scelti dalle opere “Frau Teleprocu”, “Il reato di scrivere”, “Il libro dei mostri”, “Il tempio etrusco”.

Edoardo Camurri

Amico di Silvina Ocampo, Adolfo Bioy Casares e Jorge Luis Borges, Wilcock arrivò in Italia nel 1955 dove si stabilì definitivamente nel 1957, prima a Roma, successivamente a Lubriano fino alla sua morte, il 16 marzo del 1978. L’opera di Wilcock – scrittore, poeta, critico letterario – è poliedrica ed eclettica: dalle poesie, prima in spagnolo e poi in italiano, ai racconti, i saggi. Lui, ingegnere e poeta, si esprime con una prosa ironica e colta, che racchiude fin dalle prime righe il senso di un’intuizione quasi geometrica, affilata e tagliente. «Wilcock ha il privilegio della solitudine, un privilegio intollerabile in ogni forma di società, figuriamoci in quella letteraria, che infatti, non riuscendo a inserirlo in nessuna scuderia, ha preferito dimenticarsene e passare ad altri scrittori più docilmente storicizzabili». Così scrive Edoardo Camurri, scrittore, giornalista e conduttore, che se ne è occupato nei suoi saggi.

Edoardo Camurri è uno scrittore, giornalista, conduttore televisivo e radiofonico. Ha condotto su Radio 3 trasmissioni come Tabloid, Radio 3 Mondo, Prima Pagina, dal 2010, Pagina 3 e dal 2017 Tutta l’Umanità ne parla con Pietro Del Soldà. In televisione ha condotto Omnibus Estate e Omnibus Weekend, Mi manda Raitre, Viaggio nell’Italia che cambia, PiTeco, Viaggio nell’Italia del Giro, I grandi della letteratura italiana, Roar. Dal 2016 su Rai 3 conduce il programma Provincia Capitale.

Luciano Roman ha lavorato con registi teatrali italiani tra i quali Giorgio Strehler, Luca Ronconi, Squarzina, Massimo Castri, Marcucci. Ha recitato, tra l’altro, ne Le baruffe chiozzotte di Goldoni per la regia di Strehler del 1992, Amoretto di Schnitzler per la regia di Massimo Castri, Il candelaio di Giordano Bruno regia di Luca Ronconi, Il bugiardo di Goldoni regia di Bosetti.

L’ingresso è libero.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!