Incontri alla Libreria Lovat

5 Luglio 2019

TRIESTE. Sabato 6 luglio, in occasione dell’apertura straordinaria della Libreria Lovat di Trieste fino alle 21, oltre all’evento già programmato di Illustrabook, ci sarà un incontro speciale con inizio alle 19. Luigi Nacci presenta Trieste selvatica (Laterza, 2019).

”Non più dighe, palazzi di banche, castelli di imperatori. Vorrei dirti di osterie, bordelli, vie in cui – si legge nella presentazione – gli artisti si sono mischiati a gente di popolo, pellegrini, spettri di soldati senza plotone e finalmente uscire dal centro, spalancare i polmoni in Carso e più in là, nella selva. Trieste è la città di Maria Teresa, di Miramare, di Sissi, delle regate, dei caffè. Tutto vero. Ma c’è un’altra città: quella di Joyce e di chi, come lui, trascorreva le notti in locali malfamati, in mezzo alla calca umana giunta per cercare fortuna in una metropoli che fino a poco tempo prima era stata un anonimo villaggio. C’era e c’è ancora una Trieste di vicoli, di personaggi al limite tra genio e follia. C’è il Carso, non corpo separato, ma parte integrante della città: labirinto di sassi, boscaglie, doline, foibe, trincee. Ci sono boschi e foreste sterminate, luoghi in cui si è combattuto, ci si è vendicati spietatamente, si sono nascoste prove di stragi feroci, e allo stesso tempo rifugi per vagabondi pacifici, viandanti senza bandiera che non conoscono l’odio. Il selvatico batte alle porte del centro. È una forza selvaggia e liberatoria. Siamo disposti a conoscerla?”.

Luigi Nacci è poeta e scrittore. Si occupa da molti anni di Trieste, del Carso e delle terre che li circondano. Lo fa nelle biblioteche e sui sentieri, camminando da solo e in gruppo (Compagnia dei Cammini e Rolling Claps). La ‘viandanza’, parola che ha messo al centro della sua ricerca di uomo e autore, è per lui un modo di tenere insieme la parte sedentaria e quella nomade. Tra i suo libri ricordiamo Viandanza. Il cammino come educazione sentimentale (Laterza 2016) e Alzati e cammina. Sulla strada della viandanza. (Ediciclo, 2014).

Ne parla con l’autore Riccardo Cepach, responsabile del Museo Svevo e del Museo Joyce.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!