Il San Giusto d’Oro alla Comunità ebraica di Trieste

17 Dicembre 2018

TRIESTE. “Con il San Giusto d’Oro 2018 alla Comunità ebraica di Trieste l’Assostampa Fvg ricorda e onora, a ottant’anni dalle vergognose leggi razziali annunciate da Mussolini il 18 settembre 1938 proprio qui a Trieste, in piazza Unità, il grande contributo dato nel corso dei secoli dalla Comunità ebraica, decimata dopo le leggi razziali, alla crescita culturale ed economica del capoluogo giuliano. Un riconoscimento che forse arriva in ritardo, ma è quanto mai doveroso in un momento storico che purtroppo vede, in Italia e ovunque, diffondersi il razzismo e rinascere l’antisemitismo. Come se la tragica lezione del Novecento non ci avesse insegnato nulla”.

Con queste parole Carlo Muscatello, presidente dell’Assostampa Fvg e componente della giunta esecutiva Fnsi, ha consegnato ad Alessandro Salonicchio, presidente della comunità ebraica triestina, il San Giusto d’oro, premio nato nel 1967 su iniziativa del Gruppo Giuliano Cronisti, giunto quest’anno alla sua 52.a edizione, organizzato dal sindacato unitario dei giornalisti regionale con la collaborazione del Comune di Trieste e della Fondazione CrTrieste.

Dopo tante edizioni in cui il premio è andato a personaggi, associazioni, aziende celebri, “quest’anno, per la prima volta, – ha aggiunto – abbiamo voluto unire simbolicamente il ricordo di un passato tragico e la speranza di futuro rappresentata dagli studenti del Liceo Petrarca che hanno realizzato la mostra Razzismo in cattedra”. La targa è stata consegnata dal presidente dell’Ordine dei Giornalisti del Fvg Cristiano Degano alle studentesse Bianca Esposito e Chiara Stefani, presenti in sala assieme ai compagni, alla preside Cesira Militello e alla prof. Sabrina Benussi.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!