Il regista Gianni Amelio ospite speciale di San Vito al Tagl.

13 giugno 2018

SAN VITO AL TAGLIAMENTO. La stagione cinematografica sanvitese, organizzata dalla Pro San Vito al Tagliamento all’Auditorium Zotti, chiude quest’anno con una speciale due giorni (15 e 16 giugno) dedicata a Gianni Amelio, inserita all’interno della rassegna “Le Giornate della Luce”, che avrà come ospite d’eccezione proprio lo stesso regista e sceneggiatore, tra i più importanti del panorama italiano con i suoi capolavori Lamerica, Il ladro di bambini, Porte aperte e Così ridevano. Una visita, quella di un così illustre ospite, che chiude la positiva annata del cinema sanvitese.

Gianni Amelio

“Tracciando un bilancio di questa stagione cinematografica a San Vito – ha dichiarato il direttore artistico della rassegna Alessandro Venier – possiamo dirci veramente soddisfatti: sono state superate le 10 mila presenze, un dato molto positivo visto il trend in calo che hanno registrato gran parte delle sale cinematografiche italiane. Merito anche della ricca programmazione offerta, che ha privilegiato il grande cinema europeo e i film in lingua originale. Apprezzate anche le proiezioni in cui erano presenti gli autori. Non possiamo quindi – ha concluso Venier – che chiudere davvero alla grande questa stagione, proponendo una due giorni dedicata ad uno dei più importanti registi italiani, ovvero Gianni Amelio che sarà presente a San Vito e ci racconterà la sua carriera di regista e dialogherà col pubblico presentando il suo ultimo libro Padre quotidiano, legato proprio alla sua esperienza di padre adottivo nata in Albania sul set de Lamerica. Siamo particolarmente felici di questa doppia collaborazione con Le giornate della Luce e Pordenonelegge che porterà Amelio a San Vito”.

“Ringraziamo i volontari – ha aggiunto la presidente della Pro San Vito Patrizia Martina – che hanno permesso che questa stagione cinematografica fosse un così bel successo, siamo felici di aver accontentato i gusti di tutto il nostro pubblico con proposte di qualità e film dedicati alle famiglie. Ottima la collaborazione con le associazioni locali che ci hanno permesso di realizzare alcune serate di approfondimento su alcune tematiche sociali importanti”.

Il focus dedicato a Gianni Amelio avrà inizio venerdì 15 giugno alle 21 all’Auditorium Zotti con la proiezione del documentario “Felice chi è diverso” di Gianni Amelio. Poi, sabato 16 giugno alle 18 al Teatro Arrigoni, si terrà la presentazione del suo ultimo libro “Padre quotidiano”, lo straordinario racconto della nascita di una paternità sullo sfondo della realizzazione del noto film, Lamerica, che il regista girò in Albania nel 1993. A 73 anni infatti, il regista ha deciso di mettere nero su bianco un momento speciale della sua vita: l’adozione del figlio. Valentina Gasparet e Gloria De Antoni converseranno proprio con l’autore che spiegherà al pubblico come mai tenga a questo ultimo libro, più che a tutti i suoi film. L’incontro è organizzato con anche la collaborazione della Fondazione Pordenonelegge.

Poi alle 21 all’Auditorium Zotti verrà proiettato “La tenerezza”. Questo è l’ultimo film di Amelio, che è stato molto apprezzato ed amato dal grande pubblico, ha ricevuto premi, tra cui il recente David di Donatello al suo interprete, Renato Carpentieri. Anche in questa occasione, sarà possibile ascoltare, direttamente dalla voce di Amelio la storia di come è nato questo suo ultimo capolavoro dedicato ad una virtù, che egli stesso ha definito “rivoluzionaria”.

Condividi questo articolo!