Il mercante di Venezia al GdU, fine corso della Pepe

29 Ottobre 2018

UDINE. E’ in arrivo l’edizione 2018 dello spettacolo di debutto a cura della Civica Accademia d’Arte Drammatica Nico Pepe, “Il Mercante di Venezia” di William Shakespeare, in scena mercoledì 31 ottobre alle 20.45 nella prestigiosa cornice offerta dal Teatro Nuovo Giovanni da Udine per la regia di Claudio de Maglio. Lo spettacolo fa parte della stagione di prosa 2018/2019 come proposta fuori abbonamento nell’ambito della lunga collaborazione tra la scuola di formazione attoriale e il teatro, che ha aperto la stagione con “Shakespeare in Love”.

Frutto di un libero adattamento dall’opera del drammaturgo inglese, il saggio- spettacolo consiste in una commedia con punte d’amaro che parla di conflitti culturali e arroccamento in posizioni denigratorie dell’altro, percepito ostile in quanto diverso e per tali ragioni emarginato o confinato entro facili definizioni di comodo. Come in tutte le commedie, il lieto fine è garantito e la Giusitiza trionfa. “Esiste davvero una Giustizia equa o non sarà anch’essa una ‘nostra’ giustizia, che si basa su una catena fatta da pregiudizi, diffidenza e insulti che la sorte ha poi fatto in modo di capovolgere?”. E’ questo l’interrogativo alla base del progetto che innesca il lavoro iniziato già durante il mese di settembre da Claudio de Maglio con gli allievi che hanno concluso il percorso triennale e prendono congedo con il diploma e quelli che si apprestano a frequentare l’ultimo anno: Mark Kevin Barltrop, Alejandro Bonn, Miryam Chilà, Diana Dardi, Veronica Dariol, Omar Giorgio Makhloufi, Olga Mantegazza, Klaus Martini, Davide Rossi, Tommaso Sculin del terzo anno di corso, e Sara Baldassarre, Francesca Boldrin, Letizia Buchini, Emanuele Caporale, Filippo Capparella, Matteo Ciccioli, Dario Di Carlo, Francesco Garuti, Maria Marra, Gloria Romanin, Filippo Tampieri del secondo anno di corso.

La Nico Pepe con i suoi spettacoli ha già messo in scena in varie occasioni il Bardo. Il direttore della Civica Accademia, Claudio de Maglio, spiega così la scelta di riproporre nuovamente un testo shakespeariano: “Quando il mondo si rende indecifrabile perché mancano punti di riferimento e non sappiamo più a chi o cosa credere, ecco che i classici ci soccorrono facendo riemergere storie antiche, belle e ricche di sfaccettature che sembra invece ci parlino dell’oggi. Queste storie venute da lontano ci aiutano a capirlo di più il nostro mondo, a riflettere sui grandi temi che ci riguardano e sui quali nel quotidiano non siamo disposti più di tanto a soffermarci. Un appuntamento da non mancare perché è una storia che ci riguarda… oggi più che mai”.

Lo spettacolo di debutto si avvale del sostegno degli enti che fiancheggiano l’attività della Nico Pepe a cominciare dai partners istituzionali quali il Comune di Udine, la Regione e il MiBAC, ai quali si affianca con il suo prezioso sostegno la Fondazione Friuli. Oltre al cast, numeroso anche lo staff dei collaboratori impegnati nell’allestimento: Lorenzo Mucci per la consulenza storica, Claudio Mezzelani per le scenografie, Stefano Chiarandini che si occupa del disegno luci, Emmanuela Cossar che realizza i costumi, Alan Malusà per la consulenza musicale e Annapia Bernardis al trucco.

Per l’acquisto del biglietto – 3 Euro – è necessario rivolgersi alla biglietteria del Giovanni da Udine dal martedì al sabato, dalle 16 alle 19 (0432 248418). Per informazioni: Civica Accademia d’Arte Drammatica Nico Pepe, largo Ospedale vecchio 10/2 0432.504340, mail: accademiateatrale@nicopepe.it; www.nicopepe.it, facebook/ accademianicopepe

Condividi questo articolo!