Il libro “Il metodo spreco zero” si presenta a Trieste

11 Maggio 2019

TRIESTE. “Il metodo spreco zero”: diventa un libro l’esperienza accademica di Andrea Segrè, professore universitario eclettico, ideatore e promotore di tante iniziative vi­sionarie Last Minute Market, la campagna europea Spre­co Zero e il più grande Parco tematico agro-alimentare al mondo, Fico a Bologna. Sin dalle prime pionieristiche ricerche accademiche lo Spreco Zero si prospettava come un orizzonte da vedere, una meta da raggiungere, uno stimolo concreto per ridurre progressivamente e con azioni precise il consumo di risorse (limitate) e le emissioni (illimitate) nell’ambiente legate alle attività di produzione, trasformazione, distribuzione, consumo. Nel giro di qualche anno quell’obiettivo è diventato una campagna europea per sensibilizzare l’opinione pubblica, e poi una Carta Spreco Zero ovvero un manifesto per i sindaci delle metropoli e di centinaia di Comuni italiani, quindi ha dato vita anche all’associazione di enti pubblici sprecozero.net.

Andrea Segrè

Adesso, dalla prima indagine scientifica sullo spreco domestico, e da due decenni di studi e ricerche accademiche sul tema, ecco il libro: un metodo semplice ma rivoluzionario per mangiare meglio, salvaguardare l’ambiente e risparmiare. Una visione di economia circolare che diventa ‘tangibile’ e si proietta nelle nostre case, per scandire un quotidiano di sostenibilità al passo con il futuro del pianeta, ma anche attento alle esigenze dell’economia familiare. “Il metodo spreco zero”, in libreria da maggio per Bur Rizzoli (272 pagine, € 14), è una full immersion nella prevenzione degli sprechi e dei rifiuti, concepita come diario settimanale per conoscere meglio ogni aspetto legato all’acquisto e alla conservazione del cibo, al suo possibile riutilizzo attraverso sfiziose ricette a ridosso di scadenza, ma anche… alla sua piacevole produzione! Sì, perché un intero capitolo – quello della giornata del sabato – si focalizza sull’ “orto delle meraviglie”, quello che ciascuno di noi può sognare di farsi sul balcone o in terrazza, per progettare il cibo buono e salutare da mettere in tavola.

«Questo libro – spiega Massimo Cirri, autore e voce di Caterpillar Radio2 Rai, che firma la postfazione – offre uno sguardo nuovo sulle cose che mangiamo e quello che ci sta dentro: relazioni, valori sociali, energia, acqua, soldi, fame e diete, troppo e troppo poco». In anteprima “Il metodo spreco zero” è stato presentato al Festival dei Sapori di Padova e domenica 12 maggio a Link Festival, Trieste (ore 19.30) in dialogo con Massimo Cirri, Caterpillar Radio2 Rai.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!