Il Cristianesimo delle origini in Carnia: documentari

17 Agosto 2019

OVARO. Il prossimo incontro dell’Agosto Archeologico si terrà lunedì 19 agosto alle 18 nella Sala del Centro Socio-Culturale di Ovaro. In questa occasione verranno proiettati i filmati di Ermanno del Tatto “Semel gratia baptismi datur – Il Battesimo nelle origini e nell’antica liturgia della Chiesa di Aquileia arricchito dalle scoperte archeologiche di San Martino di Ovaro e di Illegio” e “A.D. 452: Expugnatio Aquileiae” (documentario sulla caduta di Aquileia).

Un forte contributo alla capillare diffusione del Cristianesimo è stato dato dalle prime antiche Pievi, chiamate anche Chiese Battesimali, considerate le strutture di base dell’ordinamento ecclesiastico, specialmente in tempi in cui, con la caduta dell’Impero Romano, le istituzioni della Cristianità divennero il principale se non l’unico riferimento amministrativo e religioso del territori.

Ad Ovaro gli scavi condotti tra il 2000 e il 2400 presso la Chiesa di San Martino hanno messo in luce una grandiosa Basilica di circa 450 mq risalente al V sec. d. C. e un fonte battesimale sotto il pavimento della Chiesa. Illegio dal 2002 al 2012 è stato oggetto di una estesa campagna di ricerca archeologica sul territorio. La Chiesa di San Paolo ha dimostrato una insospettabile antichità, che la pone tra le prime strutture religiose rurali dell’intera penisola. Già alla fine del IV sec. d. C., infatti, è stato collocato un piccolo edificio di culto, poi ampliato nel V secolo, ma già abbandonato tra VI e VII. Poco dopo sorge il piccolo oratorio di San Vito e, dal IX-X sec. la Pieve di San Floriano. Per ricordare i 2.200 anni della fondazione di Aquileia, la serata prosegue col documentario sulla caduta di Aquileia (452 d. C.).

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!