IeriOggi Teatro in prevendita

10 Ottobre 2016

UDINE. Al via le prevendite domani, martedì 11 ottobre, per la nuova rassegna di prosa della ventesima stagione del Teatro Nuovo Giovanni da Udine – “IeriOggi:Teatro. NOI generazioni in dialogo” – firmata dal direttore artistico Giuseppe Bevilacqua. In scena, nei 6 spettacoli in cartellone, Ottavia Piccolo, Sebastiano Somma, i noti volti televisivi di Andrea Scanzi e Federico Buffa ma anche artisti emergenti, ma soprattutto il nostro passato prossimo, quello dal quale, nel bene e nel male, veniamo tutti.

Sei gli spettacoli in programma dunque, che andranno in scena a partire dall’11 novembre: inaugura Enigma – Niente significa mai una cosa sola, primo dei due lavori di Stefano Massini in scena al Teatro Nuovo in questa stagione, ambientato nella Berlino vent’anni dopo il Muro con una splendida e intensa Ottavia Piccolo. Ad Andrea Scanzi e Giulio Casale il compito di guidarci a suon di musica fra le pieghe di un periodo ricco di speranze deluse della nostra recente passato con Il Sogno di una Italia 1984 – 2004. Vent’anni senza andare mai a tempo (25 novembre). Al nostro destino non lontano di migranti è invece dedicato Uno sguardo dal ponte di Arthur Miller con Sebastiano Somma (18 gennaio 2017).

In un ring, fra guantoni e sudore, Alessio De Caprio racconterà la parabola di Bucefalo il pugilatore, piccolo grande eroe romano caduto alle Fosse Ardeatine per mano delle truppe di occupazione tedesche (26 gennaio). Uomini e donne eccezionali sono anche quelli che accendono le Olimpiadi del ’36 di Federico Buffa (23 febbraio), giornalista e telecronista sportivo amatissimo dal pubblico, un intenso ed emozionante racconto live fra sport e politica. Concluderà la rassegna, The Letter of last Resort di David Greig (9 maggio) con Laura Mazzi e Sergio Romano impegnati in un toccante e adrenalinico thriller sull’irrazionalità tragicomica che governa i rapporti di forza nei grandi scenari politici internazionali.

Gli spettacoli saranno preceduti dagli incontri pomeridiani di Casa Teatro che vedranno la collaborazione dell’Associazione èStoria, giornalisti e divulgatori esperti.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!