I Fratelli Dalla Via giovedì a Codici sperimentali

13 Novembre 2018

PORDENONE. Teatro d’innovazione protagonista a Pordenone grazie alla rassegna Codici Sperimentali, nuova proposta del Coordinamento Operatori Teatrali Pordenone. Dopo il positivo avvio con Urlando Furiosa, di e con Rita Pelusio, maestra riconosciuta di molti nuovi comici “arrabbiati”, si prosegue ora con la prima parte autunnale della rassegna, che sul palco dell’ex convento di San Francesco a Pordenone proporrà fino alla prossima primavera spettacoli strutturati su tre livelli. Uno nazionale, uno locale professionale e l’ultimo sempre locale ma di “start up”, con compagnie ai primi passi ma già promettenti.

Prossimo appuntamento giovedì 15 novembre alle 21 nell’ex convento di San Francesco, con i Fratelli Dalla Via (Marta e Diego) in Drammatica Elementare, per la direzione tecnica di Roberto di Fresco. Espulsi dalle scuole di ogni ordine e grado, traditi, come Hansel e Gretel, da chi li doveva tutelare, due deficienti debosciati dilagano disegnando drammaturgie dal dizionario dadaista. Un percorso di detenzione e redenzione che racconta in primo luogo il desiderio di cambiare nome al mondo. Va in scena un bell’esercizio di intelligenza, un gioco leggero e raffinato, in cui le parole e il loro creativo utilizzo tautologico o acrostico permettono di aprire nuovi scenari, di inventare un abecedario della contemporaneità che fa sorridere, che sa essere leggero, eppure fotografa l’esistente con impietosa e squillante verità.

I Fratelli Dalla Via si autodefiniscono una piccola impresa famigliare che costruisce storie. Da quando, dopo esperienze parallele e distanti, si sono messi a creare insieme, hanno accettato la sfida di abitare e lavorare a Tonezza del Cimone, il paese sulle montagne vicentine dove sono nati. Da veri outsider hanno vinto il premio Scenario 2013 e il premio Hystrio 2014, con lo spettacolo “Mio figlio era come un padre per me”.

“Codici Sperimentali – spiegano gli organizzatori – intende essere una rassegna plurale, che, attraverso suggerimenti, proposte e partecipazioni varie rappresenti la ricchezza delle tendenze e delle espressioni teatrali indipendenti del territorio dando allo stesso tempo anche ospitalità ad artisti e compagnie importanti a livello nazionale. Un progetto sperimentale sia per i linguaggi e le contaminazioni che per le drammaturgie”. La rassegna è sostenuta dalla Regione attraverso il bando spettacolo dal vivo 2018, e, per quanto riguarda l’uso gratuito degli spazi e le dotazioni tecniche di base, dal Comune di Pordenone all’interno del progetto ExConvento Live, che esprime anche eventi musicali o di genere vario organizzati da altre associazioni.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!