I concerti di Folkest

28 Giugno 2018

Serena Finatti

Proseguono nelle piazze della regione i concerti della quarantesima edizione di Folkest che fino al prossimo 9 luglio riunisce sui palchi di oltre 25 Comuni artisti e musicalità da tutto il pianeta. L’international folk festival friulano festeggia il traguardo dei suoi primi quarant’anni valorizzando generi che spaziano dal folk, alla world music, dal jazz alla canzone d’autore in un susseguirsi di proposte e gruppi provenienti da Italia, Scozia, Inghilterra, Bielorussia Irlanda, Australia, Olanda e Svezia.

La “carovana Folkest” è attesa sabato 30 giugno in via Nazionale a Papariano (Fiumicello, ore 21.15) con il duo scozzese degli Ashcroft, nonché la nota cantautrice, regista e performer Serena Finatti che presenterà il suo ultimo lavoro ”Fragile e Fiera” affiancata da Andrea Varnier, Pietro Sponton e dall’ensemble vocale Sing&Feel.

Sempre sabato a Flaibano in piazza Monumento protagonista ancora la Scozia con il duo Stewart Hardy & Frank McLaughlin mentre da Inghilterra e Olanda arrivano i Pyrates, una “nave” d’insoliti pirati musicali, zeppa di strumenti e di buona musica: sea shanties inglesi, canzoni marinaresche irlandesi, drinking songs, danze tradizionali e nuove composizioni rese in modo ironico e divertente da una ciurma elettrica. Sono considerati uno dei nuovi spettacoli di folk-rock europeo di maggior presa degli ultimi anni. La formazione è composta da David Gallows alla voce, chitarre e mandolino, Ralf Zegelink , violino e voce, Martin van der Mijden basso elettric e voce e Bart van den Akker alla batteria e alla voce.

Cristiana Verardo

Domenica 1° luglio Folkest si sposta a Romans d’Isonzo a Casa Candussi-Pasiani: alle 21.15 ancora spazio al gruppo anglo-olandese dei Pyrates preceduti sul palco dall’artista Cristiana Verardo. Chitarrista e cantautrice classe 1990, Cristina Verardo è plurilaureata in canto e musica oltre che autrice di brani pop di successo e vincitrice di numerosi concorsi. Sempre alle 21.15 di domenica a Villa Sulis (Costa di Castelnovo del Friuli) si esibiscono due gruppi italiani, i laziali Canusia, che opta per un repertorio molto legato al territorio d’origine, e la band piemontese T’ses Folk: anche in questo caso prevale un repertorio popolare, divertente e fortemente ballabile di origine Franco provenzale con incursioni nella musica balcanica, mediorientale finlandese, arturiana.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!