Guappecartò ed Elina Duni Qt. in due concerti ethno-jazz

14 Marzo 2016

UDINE. Due concerti dalla forte impronta ethno-jazz sono la proposta musicale di Euritmica per la prossima settimana. Martedì 15 marzo la rassegna Note Nuove 9 ospiterà la trascinante performance della band cosmopolita Guappecartò, al Teatro San Giorgio (inizio alle 20:45), mentre la stagione musicale del Teatro Pasolini di Cervignano si conclude con Elina Duni, stella nascente nel panorama jazz europeo, con una dedica alla sua ritrovata Albania, in programma giovedì 17 marzo alle 21:00.

guappecartòL’ironia fa parte dell’universo scombussolato, sensibile ed energico dei Guappecartò. Lo si intuisce già dalla scelta del nome: guappi (boss) di cartone, una tipica espressione utilizzata a Napoli per ridicolizzare gli sbruffoni. I cinque musicisti, Dr. Zingarone (fisarmonica), Frank Cosentini (chitarra), O’ Malament (violino), Pierre la Braguette (contrabbasso), O’ Professore (percussioni) provengono da diverse città italiane – uno di loro, il chitarrista, è udinese – e il loro spirito nomade li porta per le strade di tutta Europa con sonorità inconfondibili, che mescolano culture e generi che la band ha assorbito nel suo girovagare musicale.

Il quintetto nasce a Perugia, nella primavera del 2004, quando l’attrice svizzera Madeleine Fischer li coinvolge nella realizzazione di “Uroboro”, un musical la cui colonna sonora è affidata interamente a loro e l’anno dopo il gruppo si sposta a Parigi. Nelle musiche dell’affiatato ensemble sono ben riconoscibili le componenti tzigane e mediterranee che, con il valzer ed il tango, si mescolano ad arie che si protendono fino alla musica classica. Questa contaminazione tra stilemi ha permesso ai Guappecartò, nei dodici anni di carriera, di esprimersi in contesti artistici diversi: dai concerti al circo, dalla composizione di colonne sonore al teatro o alle prigioni, con una qualità artistica sempre costante. Lunedì 14 marzo, alle 17.30, alla Libreria Feltrinelli di Udine, i Guappecartò parleranno della loro più recente incisione discografica, che da il nome anche al tour, “Rockambolés”, i cui brani sono stati registrati in modo “rocambolesco”, affidandosi un po’ al caso, in locali e sale diverse. Gli artisti dialogheranno con Marina Tuni, redattrice di A Proposito di Jazz e InstArt.

I biglietti per il concerto sono in vendita su VivaTicket e circuiti collegati. Info: www.euritmica.it o 04321744261.

Giovedì 17 marzo, alle 21, la dedica alle musiche del mondo continua con un concerto dell’Elina Duni Quartet, appuntamento conclusivo della stagione musicale del Teatro Pasolini di Cervignano, curata da Euritmica. La cantante sarà sul palcoscenico con tre ottimi musicisti: Norbert Pfammatter alla batteria, Colin Vallon al pianoforte e Lukas Traxler al contrabbasso.

elina duniElina Duni è una vocalist e compositrice di origine albanese cresciuta in Svizzera, figlia di esponenti del mondo della cultura (la mamma è la scrittrice Bessa Myftiu e il papà è un attore e regista) e voce emergente nel panorama jazz europeo. Elina è giovane ma è già nel novero degli artisti della prestigiosa etichetta tedesca Ecm. La sua splendida voce racconta storie antiche, legate alle tradizioni della sua terra ma interpretate in chiave jazz. Lei è una cantastorie contemporanea e la sua musica è meditativa e appassionata; Il suo timbro vocale è soul e il suo cantare è naturale, lontano da orpelli stilistici. Un’interprete raffinata e viscerale al tempo stesso.

Centrale, nella scelta del suo repertorio, è anche il lirismo dei testi. Elina Duni ha musicato una poesia di Ismail Kadare e spiega così la sua scelta: «il testo e il suo suono sono fondamentali, in rapporto al significato raccontato in musica, sia che si tratti di una canzone d’amore oppure di una canzone d’esilio. Ho messo in musica una poesia di Kadare, e poi un testo di mia madre, Bessa Myftiu. Sono gli echi della mia infanzia, del mio esilio e della mia riconciliazione con i due mondi che mi hanno formata”.

Info biglietti www.euritmica.it o Teatro Pasolini tel. +39 0431 370273 biglietteria@teatropasolini.it

Note Nuove 9 ritorna il 13 aprile al Teatro Palamostre, con un appuntamento molto atteso della stagione musicale jazzistica regionale: l’Experiment del pianista americano Robert Glasper, uno dei più straordinari e innovativi musicisti del panorama internazionale. Biglietti circuito VivaTicket.

Condividi questo articolo!