Fresco Teatro: due spettacoli a Travesio e a Spilimbergo

9 Gennaio 2019

TRAVESIO. La rassegna Frescoteatro del Coordinamento Operatori Teatrali Pordenone propone a gennaio due appuntamenti a ingresso gratuito nella Pedemontana del Friuli occidentale per portare il meglio della produzione locale nei borghi e nelle comunità, all’insegna della filosofia della rassegna per la quale “il teatro di qualità è per tutti”. A Travesio giovedì 10 gennaio alle 20,45 nell’Auditorium comunale con ingresso libero la compagnia del Teatro Incerto proporrà il suo applaudito spettacolo “Blanc”: una riflessione sul mondo dell’arte contemporanea, con tanti sorrisi ma anche una tagliente lucidità.

Serata organizzata con il patrocinio del Comune di Travesio e in collaborazione con Travesiotuttoteatro. Domenica 13 gennaio alle 17 al Cinema Teatro Miotto di Spilimbergo con ingresso libero, EtaBetaTeatro e La Gazza Ladra propongono lo spettacolo “Paradiso 3×2”, divertente affresco corale con 24 personaggi sui pericoli del consumismo sfrenato. Pomeriggio organizzato con il patrocinio del Comune di Spilimbergo e in collaborazione con Travesiotuttoteatro.

Blanc

BLANC
Di e con Fabiano Fantini, Claudio Moretti, Elvio Scruzzi e ispirato alla commedia della scrittrice francese Yasmina Reza “Arte”, lo spettacolo del Teatro Incerto vede in scena tre amici che si ritrovano a discutere animatamente del bizzarro acquisto fatto da uno di loro: un quadro completamente bianco. Il costo dell’opera è esorbitante e gli altri due amici interpellati dal terzo – che sostiene di essere un intenditore d’arte contemporanea – non riescono invece a comprendere la spesa da lui sostenuta e, ancor meno, il valore artistico di una tela bianca. Ne scaturisce una diatriba sul significato dell’arte contemporanea che degenera presto in un litigio d’altra natura, in cui vengono a galla vecchi dissapori e genera incomprensioni che rischiano di mettere in crisi un’amicizia consolidata. Blanc è un testo divertente e lucido sulla crisi del nostro tempo.

PARADISO 3×2
Scritto e diretto da Fabio Comana, con Andrea Chiappori, Daniele Chiarotto, Raffaella Daneluzzo, Lucia Roman, Lo spettacolo, nato da una lunga amicizia tra Etabeta Teatro, Gazza Ladra e Fabio Comana di Erbamil, compagnia lombarda che ha tracciato per anni una linea innovativa nel teatro ragazzi e adulti, si riferisce ad una prima versione che nel 1991 fu finalista al premio Scenario con il titolo Vuoti a Rendere che portò il lavoro nei teatri di tutta Italia. La nuova edizione e la stessa, ma rinfrescata regìa, stanno offrendo lunga vita al divertente e originale spettacolo.

Paradiso 3×2

Paradiso 3×2 è uno spettacolo comico, ironico, a tratti poetico, giocato abilmente sul ritmo dai quattro attori trasformisti che danno vita a ben ventiquattro personaggi diversi, basato su un paradosso comico che accosta il supermercato ad una sorta di limbo, luogo senza spazio e senza tempo dove si va a ricaricarsi dell’energia vitale consumata dalla fatica del vivere quotidiano. Così l’uomo consumista entra ed esce dal “paradiso” dei prodotti facendo ogni volta il pieno del carrello. per poi consumarlo durante la settimana ed essere costretto a ritornare. Tra scaffali, corridoi e paratie, create dall’incessante movimento di due quinte bianche, un campionario umano comico e malinconico vaga sperduto in un immenso ipermercato in cerca d’identità: si incontra, si scontra, si ignora, si innamora, festeggia la maggiore età, immagina addirittura di sposarsi e divorziare, perdersi e perfino morire. E intanto riempie con soddisfazione il carrello.

Un’occasione di divertimento ed insieme di meditazione sul fenomeno del consumismo che caratterizza fortemente le società occidentali più evolute e che ha cambiato e sta cambiando non soltanto il nostro modo di fare la spesa, ma di intessere relazioni sociali, rapporti personali: l’ansia e il “piacere” del consumo diventano un’irrinunciabile stile di vita, basato sulla frenesia e l’impazienza, forse per paura della solitudine e del vuoto esistenziale, segni di una profonda crisi d’identità collettiva. Uno spettacolo innovativo dotato di un linguaggio teatrale originale che, come nella tipicità della compagnia, fa del “comico” un modo per trattare temi del quotidiano non sempre facili da affrontare.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!