Crescita ed educazione: ne parla lo scrittore Fabio Geda

16 aprile 2018

Fabio Geda

PORDENONE. Fabio Geda, uno degli scrittori italiani più attenti ai temi della crescita e dell’educazione, premio Grinzane Cavour nel 2008 con il suo secondo romanzo: “L’esatta sequenza dei gesti”, finalista al premio Strega 2017 con il suo ultimo romanzo e autore, fra gli altri, del celebre “Nel mare ci sono i coccodrilli” (edito da Baldini Castoldi e Dalai) che nel 2010 ha sfondato le 400 mila copie vendute in Italia ed è stato tradotto per altri 28 Paesi, sarà ospite domani, martedì 17 aprile, a Pordenone, dell’associazione Thesis: alle 18, nella sala Degan della biblioteca, con ingresso libero, sarà al centro della conversazione “ Di libri e di storie” condotta da Claudio Cattaruzza, curatore del festival Dedica.

Di Fabio Geda, che collabora con diversi quotidiani e settimanali nazionali, oltre che con la Scuola Holden e il Salone del Libro di Torino, nel 2017 è uscito per Einaudi il libro “Anime Scalze”. Attraverso la struggente avventura di un ragazzino costretto a diventare adulto da solo, lo scrittore racconta la fatica e la meraviglia di cercare un posto nel mondo , fra primi amori, padri distratti, madri confuse e segreti scomodi con cui fare i conti.

Con questo romanzo sta girando anche le scuole di tutta Italia e infatti, oltre che in biblioteca Geda sarà domani e mercoledì nelle scuole medie di Aviano e all’Istituto Zanussi per il progetto “Lo struzzo a scuola” organizzato dalla libreria Einaudi-Giavedoni di Pordenone. Il libro racconta la vera storia di Enaiatollah Akbari, fuggito quando era ancora un bambino dall’Afghanistan e approdato, dopo un lungo e travagliato viaggio, a Torino. Oltre che essere letto nelle scuole, il libro ha dato il la a diversi spettacoli teatrali ed è stato oggetto della registrazione di un audiolibro, proclamato Libro dell’Anno dagli ascoltatori di RadioTre Fahrenheit.

Fra gli altri libri di Geda ci sono, sempre per Einaudi “Se la vita che salvi è la tua”, romanzo tanto denso quanto ricco di avventure, ma anche di interrogativi e di riflessioni, che narra di un insegnante precario, avviato verso i quarant’anni e con un matrimonio in crisi, che sceglie la via della fuga. Del 2014, per la collana AllaCarta di Edt (l’editore che pubblica in Italia le Lonely Planet) è il suo reportage intitolato Itadakimasu, che ha come oggetto la città di Tokyo. Nel 2015 ha iniziato un progetto per la pubblicazione di una saga per ragazzi intitolata Berlin, scritto a quattro mani, condiviso con Marco Magnone e che vede la pubblicazione di sette libri, ognuno dei quali esce ogni sei mesi.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!