Continuano gli eventi per i 30 anni del Piccolo Principe

27 Settembre 2018

CASARSA. Proseguono i festeggiamenti per il 30esimo anniversario dalla fondazione della cooperativa Il Piccolo Principe di Casarsa con due appuntamenti aperti alla comunità. Il primo, organizzato in collaborazione con il presidio Libera di San Vito al Tagliamento – Casarsa si terrà sabato 29 settembre alle 20.45 nella sala consiliare di Palazzo Burovich de Zmajevich di Casarsa e avrà come tema: “2018: dichiariamo illegale la povertà!”. Ad intervenire saranno: Riccardo Petrella, Fondatore dell’Università del bene comune di Sezana (VR) e Antonio Vermigli, giornalista. A moderare l’incontro, il sociologo Paolo Tomasin. L’evento, con il patrocinio del Comune di Casarsa, vede la partecipazione anche di Confocooperative Pordenone e dell’Osservatorio Sociale di Casarsa.

Il secondo appuntamento è la tradizionale Festa della Zucca, che quest’anno verrà festeggiata il 5 ottobre a La Volpe sotto i Gelsi, la fattoria sociale e didattica de Il Piccolo Principe, che ha sede in località Comunali a San Vito al Tagliamento.

“Il 2018 è un anno speciale perché si celebrano i 30 anni dalla fondazione del Piccolo Principe – ha spiegato Luigi Cesarin, presidente della cooperativa -, i 40 anni della Legge Basaglia e i 70 anni della Dichiarazione universale dei diritti dell’uomo. Per questo abbiamo voluto che quest’anno il programma della Festa della Zucca fosse particolarmente ricco, con laboratori didattici gratuiti per i bambini alla mattina e un momento di festa aperta a tutti il pomeriggio. In più – ha aggiunto – avremo il piacere di inaugurare la fattoria degli animali e il nuovo trattore, acquistato grazie alla campagna del 5×1000 e al progetto Arcobaleno. Si tratta per noi di uno strumento davvero prezioso che ci permetterà di consolidare e incrementare le attività agricole. Ovviamente attendiamo i nostri soci e amici anche all’incontro del 29 settembre sulla lotta alla povertà, altro grande tema di riflessione”.

La fattoria sociale, gestita dal Piccolo Principe, è un progetto che vede la collaborazione dell’Azienda per l’Assistenza Sanitaria 5 “Friuli Occidentale”, del comune di San Vito al Tagliamento e delle cooperative Futura e Il Granello con l’obiettivo di attuare percorsi di integrazione lavorativa e sociale per disabili e persone con fragilità psichiatrica.

Ricco il programma della festa d’autunno: si parte alle 9.30 con i laboratori didattici gratuiti per le scuole materne ed elementari. I bambini potranno cimentarsi con alcuni giochi “antichi” come tiro alla fune e campana, oppure mettersi alla prova con il laboratorio di costruzione di giochi di una volta. Per tutti, la caccia al tesoro (che avrà come tema la natura) e il grande gioco finale in cortile. Dalle 15 alle 20, si terrà la festa aperta a tutti con la tradizionale pesca floreale, l’animazione per bambini a cura del Team smile, il battesimo della sella con gli asinelli della Torre dell’asino e un mercatino solidale. La novità di quest’anno saranno gli stand dei produttori locali. Si potranno conoscere più da vicino alcune realtà agricole del territorio che producono cipolle, formaggio di capra, vino solidale, il fagiolo di San Quirino (da poco nominato presidio Slow food), pane senza glutine, insaccati a km zero. Poi, alle 15.30, verrà inaugurato il nuovo trattore della Volpe sotto i Gelsi.

Proprio in occasione dei 40 anni dall’approvazione della legge Basaglia, alle 17 si terrà la presentazione dei libri: “Guarire si può” di Izabel Marin, Silvia Bon e “La città che cura. Microaree e periferie della salute” a cura di Giovanna Gallio e Maria Grazia Cogliati Dezza. A condurre le presentazioni con le autrici Bon e Cogliati, il giornalista Gabriele Giuga. A conclusione dei festeggiamenti, alle 19, l’agriaperitivo con musica e presentazione di produttori con la degustazione dei loro prodotti.

“La Festa della zucca – ha aggiunto Cesarin – è per noi un appuntamento di festa imperdibile, aperto a tutti, non solo ai nostri utenti, soci e sostenitori, perché ci permette anche di farci conoscere più da vicino. Poi, il 27 ottobre, ci sarà un altro momento importante di festeggiamenti, aperti a tutti, al teatro Pasolini, in cui celebreremo i nostri primi 30 anni di attività: a breve annunceremo tutti i dettagli di questa giornata speciale”.

La Volpe sotto i Gelsi è il cuore del progetto agricolo del Piccolo Principe, dove si realizzano in rete percorsi riabilitativi e di integrazione per persone con fragilità. Solo nell’ultimo anno, sono state seguite oltre 60 persone disabili e svantaggiate. Oltre al vivaio e alla rivendita con frutta e verdura biologici di stagione, La Volpe sotto i Gelsi è anche fattoria didattica e offre percorsi mirati per studenti delle scuole con l’obiettivo di far conoscere, a seconda delle stagioni, i frutti della terra e avvicinare ai profumi e ai ritmi della natura. Da alcuni anni si sono inoltre aggiunti anche gli Orti Solidali nella vicina località di Torrate di Chions e la Cucina delle Fratte dove gli ortaggi vengono trasformati in pietanze, curati sempre dalla cooperativa.

Condividi questo articolo!