Continuano a Palmanova gli eventi dedicati alle donne

12 Marzo 2019

PALMANOVA. Oltre alla mostra “Svelati” di Elena Clelia Budai e Carlo Stragapede, visitabile fino al 31 marzo alla Polveriera Garzoni di Palmanova, la rassegna DonnAEdintorni si arricchisce con altri due appuntamenti dedicati alla scoperta del femminile.

“Quest’anno con DonnAEdintorni abbiamo voluto dedicare due momenti di approfondimento al ruolo della donna legati a vicende storiche del ‘900, ma anche attualizzati all’interno del sistema sociale creato dalla nuove tecnologie. Parlare delle donne che hanno modificato il flusso della storia ma anche di donne che ogni giorno sono vittime di linguaggi ostili e di discriminazione, in un mondo virtuale, e non, nel quale la degenerazione delle parole sta portando ad un inaccettabile livello di violenza verbale”, commentano il Sindaco Francesco Martines e Simonetta Comand, assessore comunale con delega alle pari opportunità.

Giovedì 14 marzo alle 20.30 sarà possibile assistere (gratuitamente) allo spettacolo teatrale “Musica e parole per Gerda Taro” di Alberto Prelli, con Nicoletta Oscuro (voce) e Matteo Sgobino (voce e chitarra). Sempre all’interno della Polveriera Napoleonica Garzoni, si racconterà la vita di Gerda Pohorylle, la fotografa tedesca conosciuta come Gerda Taro, compagna di Robert Capa, vissuta tra il 1910 e il 1937. Morì travolta da un carro armato a soli 26 anni. Famosa per i suoi reportage di guerra, donna rivoluzionaria e coraggiosa, venuta a mancare prematuramente per aver voluto difendere le proprie idee e il proprio lavoro.

Il giorno seguente, venerdì 15 marzo alle 18.30, è stato organizzato l’incontro “ScegliAmo le parole: linguaggio, diritti e parità di genere – La comunicazione ostile sui social media. Discriminazione, rispetto delle donne e modelli culturali” con Rosy Russo, e Valeria Filì (modera Marina Coricciati, giornalista).

Rosy Russo, creativa e copywriter, social media manager, docente e consulente. È ideatrice e Presidente dell’Associazione ParoleOstili.it, un progetto e una community che nasce per far riflettere sull’importanza delle parole, sulla degenerazione violenta della comunicazione online e offline, con l’obiettivo di sensibilizzare ed educare contro l’ostilità delle parole.

Valeria Filì, Professoressa Ordinaria di Diritto del lavoro dell’Università di Udine, svolge la sua attività di ricerca tra le tematiche del diritto del lavoro, del mercato del lavoro e della sicurezza sociale, con particolare attenzione all’analisi di genere e a tematiche concernenti le pari opportunità e il diritto antidiscriminatorio.

Fino al 31 marzo, nella Polveriera Napoleonica di Contarda Garzoni, dal giovedì alla domenica (dalle 16 alle 19.30) sarà ancora possibile visitare “Svelati”, una mostra che mette a confronto due artisti, Elena Clelia Budai e Carlo Stragapede, diversi nella loro ricerca espressiva eppure altrettanto compenetranti l’uno con l’altro nel declinare, con un proprio linguaggio artistico, la rappresentazione della donna.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!