Consegnate le borse di studio di Nam Lab ad Azzano

11 Dicembre 2018

AZZANO DECIMO. Sono state consegnate a Mattia Siega, allievo di basso elettrico per la sezione musica moderna e a Michele Baccichetto, allievo di pianoforte, per la sezione di musica classica, le due borse di studio di 150 euro ciascuna, volute dalla Nam Lab per sostenere due allievi della scuola stessa particolarmente meritevoli, in linea con la filosofia dell’associazione, che crea costantemente momenti per valorizzare i giovani allievi che si distinguono per impegno e dedizione allo studio della musica.

Mattia Siega

La cerimonia è avvenuta durante il concerto di apertura dell’anno accademico: una vera festa in musica, grazie al prestigio del trombettista Gastone Bortoloso e della sua band, e di comunità, con la presenza delle istituzioni come il Comune e sponsor come la Bcc vicini all’associazione condividendone i valori. E’ stato anche un modo per ribadire il costante impegno della scuola per diffondere la cultura musicale in modo capillare e portare una formazione di alto livello in un’area della provincia, povera di strutture adatte a supportare i musicisti locali.

“Se da una parte – afferma la direzione della scuola – il territorio ospita diversi artisti nazionali e internazionali in tour, dall’altra vediamo diversi musicisti, molti dei quali abbiamo contribuito a formare, che per lavorare a livello professionale sono costretti a emigrare in città più grandi in Italia o in altre nazioni come la Francia, l’Inghilterra e l’Olanda”. Per la Nam Lab la musica è prima di tutto “formazione della passione”, come completamento della cultura generale dell’individuo. Studi universitari attestano che lo sviluppo della sensibilità musicale è sinonimo di benessere psichico e fisico della persona, rafforzando l’equilibrio e lo spirito dell’inconscio. Per questo ritiene fondamentale offrire a tutti l’opportunità di sperimentare la musica e in particolare la musica d’insieme.

E’ importante iniziare fin da piccoli e per questo la Nam Lab, oltre ai propri corsi, promuove il progetto per le primarie “L’Orchestra a Scuola” patrocinato dal Miur e condiviso con il sottosegretario all’istruzione Salvatore Giuliano, con l’idea che possa estendersi a tutta Italia e il progetto Musica Maestro. Nam Lab lavora per creare reti e sempre nuove opportunità, per questo ha avviato una convenzione con il conservatorio Steffani di Castelfranco Veneto ed è abilitata come centro esami per la Trinity London Music. Particolare è anche a cura nella scelta degli insegnanti, per questo a quelli storici, si affiancano nuove leve per coniugare esperienza e novità. Per questo sono state presentati al pubblico le nuove acquisizioni del corpo docente Agnese Santilli (pianoforte), Elvira Cadorin (canto e vocalità) e Jessica Rocco (propedeutica).

Michele Baccichetto

Mattia Siega, allievo di Alberto Igne, spazia dal rock, al blues al funky e grazie ai laboratori musicali ha sviluppato l’idea di musica come condivisone, contribuendo anche agli allestimenti audio e luci degli spettacoli della scuola. Generoso, disponibile, sempre pronto a suonare con qualsiasi formazione ha avviato con successo il percorso di certificazione Trinity College London Pop&Rock bruciando le tappe e arrivando al 5 livello con ottime valutazioni. Tra qualche giorno Mattia sosterrà l’esame per il sesto.

Il giovanissimo Michele Baccichetto ( classe 2005) ha già conseguito la certificazione di primo livello del corso pre accademico con voto 10/10 al Conservatorio Steffani ed è vincitore di numerosi primi premi in concorsi nazionali (Città di Bucchianico, Città di Albenga, Città di San Donà di Piave, Antonio Salieri, Giulio Rospigliosi, International Piano Competition di Trieste, Diapason d’oro di Pordenone) e internazionali (Young Virtuoso” di Zagabria). Svolge già attività concertistica, ha vinto diversi premi anche in duo. Nella formazione a quattro mani ha vinto il Primo Premio Assoluto ai concorsi “Diapason d’oro” di Pordenone e “Città di Piove di Sacco”. Grazie a quest’ultimo riconoscimento sarà tra i protagonisti del Festival “Note Future” 2019 al teatro “Dario Fo” di Camponogara.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!