Concerto versatile quello di Antonella Ruggiero a Grado

11 agosto 2017

GRADO. Proseguono i concerti in esclusiva regionale del Sun&Sounds Festival di Grado – promosso dal Comune di Grado e organizzato da MPmusica e The Groove Factory – sul palco che si affaccia sul mare della Diga Nazario Sauro di Grado. Domenica 13 agosto appuntamento alle 21.30 con l’indimenticabile voce che ha fondato e reso famosi i Matia Bazar in Italia e nel mondo, la voce che ha consacrato alla storia brani come Stasera che sera, Cavallo bianco, Per un’ora d’amore, Vacanze romane, Ti sento: Antonella Ruggiero. Artista unica nel panorama italiano, si distingue per l’ampia estensione vocale che le permette di passare dal registro pop a quello lirico di soprano leggero, spaziando, così, tra diversi generi musicali come la musica sacra, il jazz, il tango, la musica classica e contemporanea. A Grado Antonella Ruggiero proporrà il suo progetto “Concerto Versatile”, accompagnata da Mark Baldwin Harris al pianoforte, Roberto Colombo vocoder e synth bass e Ivan Ciccarelli alle percussioni. Insieme spazieranno dai brani storici a quelli più recenti, più alcuni omaggi ad autori italiani e stranieri con incursioni in ambito etnico.

Antonella Ruggiero

Opening act Matteo Pascotto, fresco del successo del suo nuovo album “8 Cose” pubblicato lo scorso 22 giugno: un disco pop che vede convivere suoni minimali ed una buona dose di groove. Biglietti disponibili su Mailticket e Vivaticket.

Il nome di Antonella Ruggiero, una delle voci più versatili del panorama italiano, ha attraversato gli ultimi venticinque anni della musica italiana; con le sue canzoni ha raccontato e seguito in parallelo l’evoluzione e la traiettoria dei costumi, del gusto del grande pubblico. Prima con i Matia Bazar e poi, dagli anni novanta, con una carriera da solista, tanto variegata quanto di successo, la sua abilità di interprete, intrecciata ad una naturale curiosità, al desiderio di spaziare oltre i confini delle formule e dei linguaggi tradizionali, ha saputo toccare campi e punti virtualmente molto distanti tra loro. Queste differenti esperienze, venutesi a maturare in questi anni, vengono ora proposte da Antonella in un concerto che tocca tutti i suoi più grandi successi, andando così a interpretare in chiave tutta nuova brani che hanno fatto la storia della musica leggera italiana. Ma la carriera di Antonella Ruggiero non si è fermata al pop: negli ultimi anni ha infatti attraversato la musica legata alla cultura religiosa occidentale, indiana e africana per poi spingersi nelle atmosfere di Broadway, nel fado portoghese, nella canzone d’autore e l’Italia a cavallo fra le due guerre. Pop, dunque, ma anche musica sacra e musiche dal mondo in questo recital che raggiunge anche i brani di celebri cantautori italiani e la canzone italiana degli anni ’30 e ‘40, scoprendo però sempre nuove modalità di arrangiamento ed interpretazione.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!