Concerto di Musicainsieme con due talenti emergenti

7 Febbraio 2019

PORDENONE. Dopo l’applaudita inaugurazione con il recital del violinista Domenico Nordio in Duo con il pianista Federico Lovato, Musicainsieme 2019 prosegue domenica 10 febbraio ancora nel segno di un recital violino-pianoforte, questa volta affidato a due talentuosi musicisti della generazione Z, la veneziana Chiara Bryant, classe ’98, già pluripremiata e protagonista di molte esibizioni solistiche e d’insieme, e il pianista bellunese Lorenzo Padrin, primo Premio assoluto al Concorso Treviso pianoforte 2017 e autore di un’apprezzata incisione discografica per la rivista Amadeus, dedicato alla quinta Sonata di Medtner e alla scuola russa.

Chiara Bryant

Appuntamento alle 11 nell’Auditorium di Casa Zanussi per un concerto che viaggerà sulle note di Wolfgang Amadeus Mozart, con la Sonata in la magg. K 526 per pianoforte e violino, e di Igor Stravinsky con l’ariosa Suite Italienne. La partitura di Mozart fa parte delle opere dell’ultimo periodo del compositore; fu composta infatti nel 1787, quattro anni prima della morte. Pagina di notevole impegno virtuosistico, è ritenuta anticipatrice della celebre Sonata a Kreutzer di Beethoven e, a differenza delle analoghe precedenti, era certamente destinata ad una esecuzione pubblica, non più quindi agli intrattenimenti di “hausmusik”.

La Suite Italienne è una delle composizioni più affascinanti e divertenti del periodo neoclassico di Stravinsky. Tratta dal balletto Pulcinella, in cui lo stile originalissimo del compositore russo parafrasa brani strumentali e arie celebri di Pergolesi, la versione per violino e pianoforte fu scritta con il violinista Samuel Dushkin, per entrare nel repertorio che i due artisti negli anni Trenta del Novecento eseguivano nella sale da concerto più importanti del mondo.

Ingresso libero, info 0434.365387 www.centroculturapordenone.it,cicp@centroculturapordenone.it

La 42^ edizione di Musicainsieme è come sempre promossa dal Cicp – Centro Iniziative Culturali di Pordenone ed è diretta da Franco Calabretto ed Eddi De Nadai. Chiara Bryant ha intrapreso gli studi di violino a soli 9 anni presso il Conservatorio di Musica di Venezia nella classe del M° Paolo De Rossi, diplomandosi col massimo dei voti nell’ottobre 2018. Si è esibita in pubblico per la prima volta nel 2008, nell’ambito della Biennale Musica, in un concerto dedicato al compositore Luciano Berio. Nel 2016 e 2018 ha vinto la borsa di studio al concorso “P. G. Finzi”, presso il Conservatorio di Venezia. Negli stessi anni si è esibita per la Biennale Barocca a Dresda, Berlino e varie località del Veneto, tra cui Verona (Teatro e Sala Maffeiana dell’Accademia Filarmonica). Dal 2015 è membro della Venice Chamber Orchestra, con la quale ha suonato più volte nel ruolo di prima parte dei violini secondi.

Lorenzo Padrin

Il pianista Lorenzo Padrin ha iniziato gli studi musicali a Belluno all’età di otto anni, si è distinto nel Concorso nazionale di San Donà di Piave con punteggio di 97/100 e ha ottenuto il primo premio alla 29^ edizione del Concorso Pianistico Nazionale “J. S. Bach” di Sestri Levante. Nel 2016 ha vinto il Primo Premio nella sua categoria al concorso “J. S. Bach” di Sestri Levante e il primo premio assoluto concorso nazionale “Palma Oro”. Primo premio assoluto nel 2017 al Concorso internazionale di Treviso, si è esibito quell’anno alla prestigiosa università viennese “Muk”. Vincitore per due anni consecutivi del “Premio Giol” per i migliori allievi del Conservatorio di Venezia, ha vinto anche la selezione indetta per partecipare all’integrale dei Concerti di Beethoven presso il Conservatorio di Venezia: si esibirà come solista eseguendo il concerto n. 3 in do min. op.37 sotto la direzione del M° Dini Ciacci.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!