Bande “a spasso nel tempo” in undici concerti invernali

24 Febbraio 2017

CIVIDALE. Anche quest’anno l’ANBIMA provincia di Udine organizza la rassegna Concerti Invernali: un ciclo di 11 concerti che vedrà impegnate 22 bande della provincia da febbraio ad aprile. Il filo conduttore della manifestazione di quest’anno sarà La banda a spasso nel tempo: ieri, oggi e… domani?, e permetterà alle formazioni bandistiche protagoniste dei concerti di condurre il pubblico in una sorta di viaggio nel tempo attraverso la loro storia, ma anche i diversi momenti e sfaccettature del repertorio bandistico.

Pausa… bandistica

Quella dei Concerti Invernali si è dimostrata negli anni un’iniziativa vincente, con un’adesione delle bande in crescita e un’ottima risposta di pubblico. I concerti saranno frutto della sinergia e collaborazione delle bande del territorio, sostenute e coadiuvate dall’ANBIMA provinciale: a ogni serata parteciperanno due formazioni, ospitate da una terza la quale si occuperà dell’organizzazione dell’evento. I concerti di quest’anno prenderanno il via il 25 febbraio alle 20.45 a Cividale, per poi proseguire ogni sabato toccando diverse località della provincia di Udine: Marano, Comeglians, Fiumicello, Tricesimo, Lavariano, Pradamano, Precenicco, Gemona, Madrisio di Fagagna e giungere a conclusione il 22 aprile a Carlino.

“Anche quest’anno la grande adesione delle bande conferma la positività di questa manifestazione – commenta il Presidente provinciale di ANBIMA, Pasquale Moro -, che è diventata un appuntamento fisso per molte comunità e un momento di incontro e confronto per il mondo bandistico regionale, il quale sta dimostrando un’importante crescita in termini di qualità e rinnovamento”. Tutti i concerti saranno ad ingresso libero, tuttavia ANBIMA – visti i recenti tragici fatti che hanno colpito il centro Italia – ha deciso di dare un’impronta solidale alla rassegna, raccogliendo durante i concerti offerte da destinare a realtà musicali della zona, che permettano di aiutarle nella ripresa delle loro attività.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!