ARTtime: i colori dell’arte

15 settembre 2018

UDINE. La Galleria ARTtime di Udine presenta una mostra collettiva internazionale d’arte contemporanea dal titolo “I colori dell’arte 2018” che avrà luogo dal 15 al 27 settembre. Partecipano i seguenti artisti: Natascia Artico, Dilva Musizza, Kristian Fenzl, Giovanni Pradella e ART BOX Kreativteam (Petra Hommer, Rainer Riegel, Jens Trauselt, Oliver Farr).

Natascia Artico ha sempre pensato all’arte come a un qualcosa che sensibilizza l’animo umano, che lo riporta alla sua vera natura, a quello spirito che non ha il filtro di conoscenze accumulate in una vita. Lo spettatore dovrebbe poter staccarsi dalla globalizzazione e dalle imposizioni dei nostri giorni per riscoprire senza timori le sue particolarità, le sue inclinazioni naturali, le propensioni che lo distinguono dalla massa e che infondono sensazioni benefiche, di comfort e equilibrio interno. Tutto quanto ci circonda sul nostro pianeta – oceani, nuvole, foreste, fiori – sorge in dipendenza di un impercettibile intreccio di energia, in assenza del quale ogni cosa perisce e scompare.

Dilva Musizza è nata a Capodistria e abita a Trieste. Inizia cimentandosi con la fotografia raccogliendo scenari carsici e impressioni di viaggi. Dal 2009 inizia a frequentare l’atelier di Livio Mozina che segna l’inizio della sua ricerca espressiva e una costante sperimentazione, con diverse tecniche pittoriche che la caratterizza. Sulla tela, spazio di libertà, lascia trapelare emozioni ed interpretazioni. Disegno, pittura, colori e bianchi e neri sono i mezzi con i quali si esprime. Il tratto veloce e dinamico di pennellate emozionali diventano strumento per fermare la frenesia della vita nel suo incessante scorrere. Tutto ciò che dà emozione all’artista viene riproposto sulla tela.

Il sole sprofonda nel mare. Un’immagine da un libro illustrato. Un pittore si china sulla tela e la copre con la vernice. Si ferma e sembra riflettere sui risultati. Nel sole serale di Maiorca. Con attenzione e concentrazione completa. Il professor Kristian Fenzl è un globetrotter. Un pittore, che si sente ugualmente a suo agio nelle gallerie di Vienna e in altre parti del mondo, sia che si trovino a New York, Kyoto o Palma di Maiorca. L’isola è diventata la seconda casa di Fenzl e infatti lì ha aperto uno studio. Il carico di lavoro di Kristian Fenzl riempie il suo calendario come pittore e come designer di prodotti e spazi. Lavoro che ha già occupato volumi letterari.

Sperimentazione di nuove tecniche pittoriche, uso di smalti, colori sintetici e materiali diversi per composizioni astratte, questi sono i tratti essenziali che caratterizzano le opere di Giovanni Pradella. Nasce a Pieve di Soligo (TV) e inizia a dipingere da autodidatta all’inizio degli anni ’70 tramite la rappresentazione di paesaggi, fiori, nature morte, poi per motivi di lavoro si trasferisce in diverse città e la pittura subisce una pausa. Riprende a dipingere nel 1996; dal 2006 realizza opere riconducibili al naturalismo astratto e sperimenta nuove tecniche e utilizza materiali diversi: plastica multicolore, carta, stoffa, sassi, metalli per composizioni in rilievo.

Dal 2014, insieme come team creativo Petra Hommer & Rainer Riegel, i due hanno organizzato con successo più di 80 eventi dal vivo e mostre. La pittrice e fotografa Petra Hommer crea immagini di grande formato con diverse tele, che lei stessa produce. Dipinge preferibilmente durante performances musicali dal vivo, motivo per cui nascono le sue “immagini sonore”. I soggetti artistici di Rainer Riegel mostrano il suo amore per i paesaggi, i veicoli e l’architettura del Mediterraneo; l’artista crea opere dalle superfici altamente omogenee che lo spettatore crede siano aerografati. Lavora preferibilmente su pannello rigido e tavolo da disegno.

Jens Trauselt dipinge da pochi anni ed è completamente autodidatta. Ha iniziato a dipingere perché è rimasto folgorato da un’opera vista ad una mostra, fornendogli l’ispirazione decisiva. Da allora usa con disinvoltura spatole, bombolette spray, sabbia e fuoco per creare motivi che ricordano un artista che si è fatto un nome nel mondo dell’arte con immagini gocciolanti.

Oliver Farr con “Farrbspiel” si è creato una seconda via professionale. Le sue motivazioni corrispondono in parte alla Pop ART, anche se non segue uno stile particolare e dipinge ciò che gli piace. Lavora preferibilmente con pittura acrilica su tela.

La mostra sarà visitabile dal 15 al 27 settembre alla Galleria ARTtime di Vicolo Pulesi, 6 Udine con il seguente orario: lunedì dalle 16.30 alle 19.00 e dal martedì al sabato dalle 10.00 alle 12.00 e dalle 16.30 alle 19.00. Ingresso libero.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!