Aquileia e il Mediterraneo: le iscrizioni in lingua greca

14 Aprile 2019

UDINE. Martedì 16 aprile, alle 17.30, in Torre di Porta Villalta, in via Micesio, 2 a Udine (sede della Società friulana di archeologia), Francesca Beltrame (Alma Mater Studiorum – Università di Bologna) tratterà in una conferenza il tema: Le iscrizioni greche di Aquileia.

Il patrimonio epigrafico aquileiese è uno dei più ricchi ed importanti del mondo romano e continua ad essere costantemente accresciuto da ritrovamenti casuali ed indagini archeologiche. Al suo interno è possibile individuare un piccolo corpus di testimonianze in lingua greca, che rivela come la città ed il suo territorio fossero perfettamente inseriti in una rete di relazioni sociali e culturali mediterranee. Epitaffi e dediche sacre, infatti, illustrano il passaggio occasionale o il trasferimento definitivo di singoli personaggi e/o famiglie di origine greca, microasiatica, levantina, egiziana e nord-africana, che per motivi diversi si recarono ad Aquileia. Allo stesso tempo, le iscrizioni didascaliche nella pavimentazione musiva degli edifici pubblici mostrano la diffusione di modelli prodotti direttamente nelle regioni greco-orientali e l’influenza di maestranze straniere.

L’incontro rientra nel Progetto “Archeoinsieme – Aquileia Mater – 2.200 anni dalla fondazione di Aquileia”, che ha il sostegno della Regione e della Fondazione Friuli, con il patrocinio del Consiglio Regionale, dei Comuni di Udine e di Aquileia, della Fondazione Aquileia e della Fondazione Cassa di Risparmio di Gorizia.

Condividi questo articolo!