Alla Notte dei lettori il Tomadini fornisce l’armonia

15 Giugno 2017

UDINE. Il Conservatorio di Musica “J. Tomadini” di Udine si trasformerà sabato prossimo, 17 giugno, in una delle quattordici “stazioni” che animeranno la quarta edizione della Notte dei Lettori, offrendo alla densa e articolata manifestazione culturale due appuntamenti concertistici in sede e quattro collaborazioni ad altrettanti momenti culturali della giornata.

Il primo concerto nella sede del Conservatorio si terrà alle 11 nella sala Vivaldi, protagonista la concertista padovana Stefania Scapin, diplomatasi al Conservatorio di Adria, specializzatasi alla Royal Academy di Londra e attualmente iscritta a Udine al biennio d’arpa nella classe della prof. Patrizia Tassini; Stefania Scapin interpreterà in forma di Concerto-Esame un vasto programma solistico comprendente Suite for Harp di Benjamin Britten, Une châtelaine en sa tour di Gabriel Fauré, Contemplation di Henriette Renié e trascrizioni di note pagine di Domenico Scarlatti, Johann Sebastian Bach e Claude Debussy.

Il secondo concerto si terrà alle 16 nella sala Udienze; undici voci della classe di Arte scenica e Canto del prof. Emanuele Giannino proporranno un itinerario all’insegna di grandi pagine tratte da La cambiale di matrimonio di Gioachino Rossini, Madama Butterfly, Suor Angelica, Turandot di Giacomo Puccini e da Il telefono di Gian Carlo Menotti, itinerario coordinato a livello storico e musicologico dalla prof. Annamaria Cecconi con la collaborazione pianistica di Francesca Francescato; i cantanti protagonisti: Lidija Fridman, Kamilla Karginova, Laura Ulloa Fernandez (soprani), Lilija Kolosova (mezzosoprano), Fei Dong, Xiuan Duan, Lilin Zhu (tenori), Tomas Kura, Jiale Lu, Valentino Pase (baritoni), Xiayan Lu (basso).

Ulteriori contributi musicali saranno proposti dalla violinista Manuela Magdalena Ifteni, interprete di «Ciaccona» da Partita BWV 1004 di Johann Sebastian Bach in occasione dell’incontro delle 19.30 con Paolo Maurensig presso la Sezione Moderna della Biblioteca Civica “Joppi”, dai fisarmonicisti Maurizio De Luca e Francesca Venturini e infine dal Quartetto di Sassofoni e dalla Brass Band.

Condividi questo articolo!